Ricerca

» Invia una lettera

Perché nessuno rimuove il ghiaccio sul passaggio pedonale?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

20 dicembre 2013

Egregio direttore,
con la presente vorrei segnalarle un problema, piuttosto grave dal mio punto di vista, che questa mattina mi ha portato ad essere protagonista di un episodio increscioso.
Sono una studentessa dell’Università della Svizzera Italiana di Lugano e vivo a Ferrera di Varese: ogni mattina mi reco al Park & Ride di Lavena Ponte Tresa (il parcheggio in cui si svolge il mercato, per intenderci), parcheggio l’auto e mi dirigo a piedi verso la stazione Flp per prendere il trenino con cui raggiungo Lugano.
Sin da quando ho iniziato a frequentare l’USI, ossia più di un anno fa, ho notato che quella parte di zona pedonale che dal suddetto parcheggio conduce alla dogana è più che trascurata: a partire dai numerosi bisogni di cane, disseminati per tutto il percorso, alle cartacce gettate a terra anziché negli appositi cestini; capisco che tutto ciò possa essere dovuto alla maleducazione e al mancato rispetto delle persone nei confronti degli altri, ma non mi spiego come si possa arrivare alla presenza di ghiaccio: ora, non parlo di brina che si può formare nel giro di qualche ora, ma di vere e proprie lastre di ghiaccio, che mi fanno intuire che nessuno di coloro che dovrebbero prendersi cura del paese si sia mai preoccupato di spargere del sale per prevenire tale situazione (conferma ne è il fatto che questa mattina pioveva e nella notte le temperature non erano tali da far ghiacciare l’acqua depositatasi sulle mattonelle del marciapiedi).
Per quanto mi riguarda, questa mattina, non appena ho messo piede sul marciapiedi, sono scivolata e caduta a terra, sbattendo piuttosto violentemente un gomito e la schiena e bagnandomi completamente i vestiti: sono riuscita a rialzarmi solo grazie all’aiuto di un ragazzo che era appena passato (e tra l’altro aveva appena rischiato di cadere per lo stesso motivo!), che vorrei ringraziare, ma ancora sento forti dolori.
Mi chiedo se secondo lei sia giusto trascurare una zona pedonale, oltretutto percorsa quotidianamente da un elevato numero di frontalieri che come me si recano a scuola o al lavoro in Svizzera, così tanto da mettere in pericolo la loro stessa salute.
La ringrazio per la sua cortese attenzione,
Cordiali saluti,

Jennifer Padovan

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.