Ricerca

» Invia una lettera

Pgt: perché non è stata coinvolta la cittadinanza?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

5 agosto 2011

Caro Direttore,
Le chiediamo ospitalità per informare la cittadinanza di Barasso che il Consiglio Comunale (o
meglio la pseudo-maggioranza che rappresenta solo un terzo degli elettori poiché l’opposizione, di
cui sono Capogruppo, ha votato negativamente) ha adottato definitivamente il PGT nella seduta
del 2 agosto.
I motivi principali che ci hanno portato a questa posizione negativa risiedono nel modo con cui il
PGT è stato preparato e presentato di cui rileviamo ed evidenziamo:
1) Nessun reale coinvolgimento formale e sostanziale della Popolazione (in totale sono state presentate solo 7 osservazioni) ma redazione di un piano fatto da pochi ‘eletti’.
2) Nessun coinvolgimento dell’opposizione in nessuna fase del progetto; quali Consiglieri
Comunali rappresentanti di una fetta considerevole, praticamente identica alla maggioranza, di consensi ci saremmo aspettati almeno una riunione specifica a noi riservata.
3) Totale mancanza di ogni forma di integrazione con i PGT dei Comuni limitrofi; ci chiediamo come sia possibile ipotizzare un PGT, in particolare per la parte riguardante i servizi, avulso
dall’analisi relativa alle aree confinanti almeno di Comerio e Luvinate.
4) Nessuna previsione per quanto riguarda la vecchia porzione industriale del tessuto urbano che è lasciata a se stessa senza nessuno strumento, (e nemmeno idee), che ne possano
favorire la riqualificazione.
5) Previsione di un’area di trasformazione in zona agricola, in contrasto palese con il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale; come evidenziato in maniera estremamente circostanziata dalla Provincia di Varese e dall’ARPA nelle loro osservazioni che bocciano drasticamente l’idea pazzesca di sacrificare le poche aree agricole rimaste per la creazione di una non meglio definita area ad uso sportivo-ricreativo.
6) Nessuna previsione nel Piano dei Servizi relativamente alla piazzola ecologia attuale ampiamente insufficiente e non funzionale.
7) Previsione di un’area di trasformazione in centro storico che si basa su assunzioni prive di  fondamento come la demolizione di un edificio storico (edificio millenario, che la tradizione identifica come Casa Natale di S.Nicone) e l’assunzione che la parte privata debba, senza far valere le sue istanze, sottomettersi totalmente al volere dell’Amministrazione.
Lasciamo ai nostri Concittadini il giudizio.
Come annunciato ampiamente nelle scorse settimane stiamo iniziando a raccogliere i primi
cocci di questo modo poco autorevole e molto autoritario di gestire la cosa pubblica; incrociamo
dunque le dita e speriamo, per Barasso e per i Barassesi, che gli unici che per ora non se ne
rendono conto, cioè i consiglieri di maggioranza, abbandonino la loro posizione puramente decorativa e si attivino per minimizzare i danni che si stanno già producendo.
Gruppo Consigliare “Insieme per Barasso”

Il Capogruppo (Luigi Roi)

Luigi Roi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.