Ricerca

» Invia una lettera

Polemica sull’Irpef pretestuosa

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 ottobre 2007

Devo ammettere che fa un certo senso rispondere a qualcuno che a breve (come ruolo ovviamente) non ci sarà più. Mi riferisco al segretario dei DS che, come ultimo atto, non trova di meglio che criticare scelte fatte da alcuni comuni compreso quello che amministro, Cassano Magnago.
In verità non capisco, visto che le aliquote Irpef sono state deliberate nel mese di marzo, come mai interviene solo oggi. Vuole forse lasciare questa fantomatica accusa come suo ricordo o lo ha fatto per farsi accreditare in un nuovo ruolo? Ma questo non è un mio problema.
Entrando nello specifico, faccio presente che ci sono comuni governati dalla sinistra dove le aliquote deliberate a Cassano Magnago le hanno già applicate, anche in misura maggiore, e ancor prima di quando lo ha fatto la mia amministrazione. Non li cito ma sono sicuro che il segretario dei Ds li conosce molto bene.
Chiarisco al segretario dei DS che la scelta di aumentare la aliquota Irpef per l’anno 2007 è stata una scelta politica per spostare la pressione fiscale propria del comune da patrimonio a reddito. Chiarisco: la aliquota Irpef è stata compensata con la diminuzione dell’aliquota Ici sulla prima casa dal 5,5 per mille al 4 per mille.
Inoltre l’amministrazione comunale ha deciso di andare incontro alle esigenze delle famiglie deliberando un contributo denominato “Bonus” nella misura di 300 euro per il secondo figlio minorenne e di 500 euro dal terzo figlio minorenne in su.
Sono sicuro che lo stesso segretario dei DS troverà il modo di criticare tale scelta sostenendo che sono importi irrisori. Faccio presente che il Governo di Sinistra attualmente in carica ha previsto nella prossima finanziaria un Bonus per le famiglie più deboli: 150 euro per tutta la famiglia indipendentemente dai componenti. Significa che una famiglia tipo di tre persone riceverà la bellezza di un contributo statale nella misura di 50 euro annui a testa. Importo certamente sufficiente a bere un caffè alla settimana.
In conclusione vorrei ricordare al segretario dei DS che a Cassano Magnago in questo anno si sono svolte le elezioni comunali e la gente ha premiato le nostre scelte. Forse è bene che il segretario dei DS si confronti con quello di Cassano Magnago che sarà certamente in grado di spiegare alcune cose. Una su tutte: dal dopo guerra ad oggi è la prima volta che a Cassano Magnago non sono presenti esponenti comunisti. Considerando con tale termine tutte le sigle che si sono succedute nei decenni.

Aldo Morniroli, sindaco di Cassano Magnago

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.