Ricerca

» Invia una lettera

Polemiche skinhead, “strumentali e sterili”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 giugno 2011

Gentile direttore,
trovo che le polemiche suscitate dal c.d. raduno skinhead di B.A. siano strumentali e sterili. Personalmente sono favorevole alla libertà d’espressione, però che valga per tutti. Qui si tratta di musica, di un concerto non conforme ( infatti il momento aggregante per gli skin è proprio questo, cioè nell’esprimere il proprio disagio sociale nell’ascolto della musica Oi! che detto per inciso è a sua volta derivata dal punk; poi il nome di una di queste band “Koma Etilico” è eloquente, infatti uno dei temi trattati  nelle canzoni di questo genere musicale e proprio l’amore per la birra!Magari dopo una lunga giornata di lavoro in fabbrica) … avete forse paura che l’arrivo degli skin a Busto Arsizio crei tensione in città? Questa, secondo me, è alimentata dall’ altrettanto c.d. raduno antifascista; certo quelli della Skinhouse non sono stati troppo furbi, mettendo i fasci littori sul simbolo della città … ma credo sia la solita goliardata che li contraddistingue … 

Penso inoltre che sia più pericolosa la sovraesposizione mediatica di gruppi dell’area antagonista di estrema sinistra, come i 99 Posse napoletani, che in una loro canzone, “ Rigurgito antifascista”, citano in un verso della canzone “l’unico fascista buono è il fascista morto” e questi sono comparsi in una puntata di un vecchia trasmissione di quelle condotte da Serena Dandini in RAI. Inoltre  i 99 Posse vengono trasmessi regolarmente da Radio Popolare.

Se vuole approfondire l’argomento “skinhead” vada al link di Wikipedia, non sospetto di simpatie “nazifasciste”: http://it.wikipedia.org/wiki/Skinhead noterà che esistono anche gruppuscoli skin anarchici, gay, “anti razzisti” e “rossi”.

Io sono, musicalmente parlando, cresciuto con l’Heavy Metal ( solo negli ultimi anni mi sono avvicinato alla Musica  Alternativa) anche e soprattutto nelle sue declinazioni più estreme “Death, Black, Thrash,Grindcore” e negli States la polemica verso questi generi musicali è innescata dal puritanesimo che contraddistingue la moglie di Al Gore … insomma, stiamo tornando ai tempi della Santa Inquisizione dove a decidere della vita o della morte (in senso metaforico, ovviamente) siano in Italia l’ANPI e comitati antifascisti vari?

Non mi sembra che i rappresentati dell’ Unione Nazionale Reduci della RSI (le cui Forze Armate costituivano l’unico esercito regolare che combatteva in divisa, mentre le bande partigiane no) ma anche di movimenti o associazioni della destra radicale (tipo Forza Nuova, o CasaPound Italia) si sono mai permesse di contestare i concerti dei gruppi della sinistra antagonista dove vengono affermate frasi incitanti all’omicidio di chi la pensa in modo differente! Per quanto riguardano le affermazioni del Signor sindaco vorrei dire che farebbe meglio ad occuparsi della questione della Fondazione Blini, più urgente per incanalare positivamente le energie giovanili che hanno visto migliaia di ragazzi/e partecipare alle attività proposte nel corso di oltre vent’anni di attività di Comunità Giovanile, invece di assecondare richieste da organizzazioni sedicenti “democratiche”.

Buona Giornata!

Franco Brogioli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.