Ricerca

» Invia una lettera

Povera famiglia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 aprile 2007

Egregio direttore,
quanta ipocrisia nel difendere la famiglia tradizionale quale primo cardine, cellula fondante della società.
Che società poi e che famiglie ci circondano; dove emergono i peggiori istinti, dove ci si odia, ci si invidia, ci si annienta in silenzio quando non ci scappa di peggio, magari il morto, lo stupro, la violenza su donne e minori.
Ma tant’è….la famigliola italiana, padre- madre- due figli, possibilmente un maschio e una femminuccia, sono visti come l’unico rimedio di un probabile ritorno a Sodoma e Gomorra.
E che pena poi quei politici che divorziati, pluri-accompagnati, con figli sparsi qua e là si ergono a difensori dell’unica, a loro ipocrito appunto dire, forma di convivenza, spazio di amore, di solidarietà, di speranza.
Ma quante panzane ci rifilano ogni giorno, dai cortei con i preti in prima fila (poveretti) alla raccolta di firme , stiamo precipitando nel baratro del moralismo più bieco, più a buon mercato e chissà se e quando riusciremo a rivedere uno squarcio di luce.
Sono pessimista.

Roberta Lattuada

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.