Ricerca

» Invia una lettera

Quando la posta in gioco è la salute

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

28 aprile 2009

Leggendo il commento del famigliare di chi ha deciso di andare in Messico nonostante la preoccupante situazione sanitaria creatasi, si rileva il forte disappunto di chi ritiene di non essere stato sufficientemente tutelato dalle Autorità che, a suo dire, avrebbero dovuto vietare i voli obbligando così le compagnie aeree al rimborso dei biglietti ed al forte disagio dei viaggiatori che sono stati così "costretti" a non rinunciare dovendo decidere in proprio sia le sorti del denaro impegnato sia la realizzazione di un vaggio turistico, sogno di una vita. Mi chiedo solo perchè dobbiamo sembre invocare che qualcuno per noi decida, anche quando i motivi, se pur legittimi, sono turistici e dove in gioco c’è la propria salute e non solo, a fronte della pur sacrosanta preoccupazione di non perdere il denaro e del desiderio di realizzare il sogno tutto ciò senza sminuire il dovere della disponibilità ed il senso di responsabilità  delle Istituzioni  che avrebbero potuto essere più tempestive, ed attendersi maggior sensibilità dalle compagnie aeree e dalle agenzie di viaggi.  
Ma poi, alla fine, prendersi le proprie decisioni quando la posta in gioco è la salute……..
 

Lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.