Ricerca

» Invia una lettera

Quando la scuola fa cultura

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

12 novembre 2010

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio Direttore,
ieri mattina i bambini della classe Quinta della Scuola Primaria di Oggiona hanno assistito, nell’ambito del programma di Scienze, a una lezione tenuta dall’Ing. Mario Valle, un importante scienziato visuale che lavora presso il CSCS (Swiss National Supercomputing Centre) di Manno, nei pressi di Lugano.
Si è parlato della vita e della morte delle stelle, di cos’è un centro di calcolo, del lavoro degli scienziati e della visualizzazione scientifica, partendo dall’affascinante verità che anche noi «siamo fatti di polvere di stelle», il tutto ovviamente trattato con un linguaggio adatto al mondo dei ragazzini.
Sono sempre emozionanti queste esperienze, i bambini si appassionano ad argomenti che altrimenti non avrebbero modo di conoscere, viene stimolata la loro curiosità e, chissà, magari qualcuno inizierà a sognare di fare lo scienziato o l’astronomo, invece che il trito e ri-trito calciatore o la velina!
Come credo sappiate, sebbene in numerose occasioni si tenda a negare l’evidenza, la scuola pubblica si sta inoltrando lentamente in uno stato di pericoloso degrado, poiché ormai non va più di moda investire in cultura. Quindi il mio GRAZIE -il nostro grazie di insegnanti- va a tutti gli esperti che intervengono nelle scuole (molti a titolo gratuito, come Mario Valle), dedicando, insieme a noi docenti, il loro tempo presente a “seminare e coltivare” parte del futuro dei bambini e dei ragazzi, che è poi il Futuro dell’Uomo.
Lancio un invito a tutti coloro che hanno qualcosa di interessante ed educativo, per qualsiasi ordine di scuola: entrate nelle scuole, diffondete la cultura, che non è solo quella del mero libro, è anche quella del “saper fare”, che tanto è efficace con i piccoli (e spesso anche con i grandi!).
Per chi davvero “sa”, condividere è un dovere.

Anna Regazzoni, docente della Scuola Primaria “C. Battisti” di Oggiona

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.