Ricerca

» Invia una lettera

Quando si dice lavorare con lentezza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 dicembre 2009

Egregio direttore,

stamattina mi recavo alle ore 10.00 presso lo sportello del cambio medico, posto al primo piano di Via Monterosa, per effettuare il cambio del medico di base.
Per tale operazione, ho chiesto un’ora di permesso non retribuito, al lavoro. Alle 10.00, prendevo il "numerino" 67, che avrebbe dovuto farmi accedere ai servizi, con un certo ordine. Stava passando il numero 44.
Alle ore 11.00 veniva chiamato il numero 50 e la mia ora di permesso era scaduta. A quel punto ho cercato di comprendere la ragione della lentezza di un’operazione, a parer mio semplice. Appuravo che, a fronte di 4 sportelli, le impiegate al lavoro erano solo due. Non bastasse questa situazione, le due impiegate lavoravano a turno…. quando una era allo sportello, l’altra era "fuori stanza". Non è finita: dalla conclusione della pratica di un utente all’inizio della sucessiva, vi era sempre un intervallo di almeno 4 – 5 minuti. Tutto questo faceva in modo che in 60 minuti le pratiche svolte fossero solo 6 con una media di 10 minuti a utente, pause comprese!
Non serve dire che la mia ora di permesso non retribuito si è trasformata in un giorno di ferie, e che alle ore 12.00, ho desistito, causa "blocco dei terminali"…. che comunque aveva raggiunto il favoloso traguardo del "numerino" 58! Inutile sottolineare che ancora il medico non l’ho cambiato… e che non vorrei prendere altre ferie per un’operazione che mi spetta di diritto. Quindi chiedo: perchè mentre io al lavoro non posso assentarmi un minuto fino alla pausa (una alla mattina e una al pomeriggio), negli uffici da me descritti le impiegate possono permettersi di lavorare con così scarso impegno? (faccio notare che uscivano utenti che raccontavano l’oggetto delle chiacchiere delle due signore… tutt’altro che argomenti professionali e che le distoglievano dal lavoro).
Perchè nell’era dell’informatizzazione di ogni cosa, per un semplice cambio medico, l’utente è costretto a snervanti, inutili, eterne, costose (visto che la mia giornata non me la rende nessuno) code ad un inefficente sportello assolutamente disorganizzato e improduttivo?

Auspico che l’"efficenza degli sportelli pubblici" arrivi anche in Via Monterosa, e che il controllo da parte degli organi preposti sia maggiore. (Se un sondaggio di gradimento fosse fatto in un giorno qualsiasi fuori dallo sportello da me indicato… darebbe a chi vuole vederci chiaro… risultati interessanti!)

Rosaria

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.