Ricerca

» Invia una lettera

Quattro gradini insormontabili

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

21 gennaio 2010

ScaliniVorrei portare alla vostra attenzione una situazione, in cui un semplice cittadino di fronte ad una violazione della normativa vigente sull’abbattimento delle barriere architettoniche non riesca a far risolvere il problema ad amministratori che posseggono "barriere mentali".
Nel giugno 2008 a Locate Varesino vengono ultimati i lavori per la realizzazione di piazza Gianola di fronte alle scuole elementari.
In tali lavori viene rifatto anche il passaggio pedonale che esisteva da svariati anni, passaggio che immette in via Garibaldi con al termine 4 gradini (foto).
Nel giugno 2009 segnalo al sindaco ed all’ufficio tecnico questa situazione con regolare istanza d’accesso ai documenti (legge 241/90). Solo a settembre mi viene fornita la documentazione del progetto di rifacimento del piazzale e con mio stupore scopro che dei 4 gradini non c’e’ traccia della loro rimozione seppur riportati sui documenti progettuali!
Il progetto e’ stato approvato dalla commissione urbanistica, è stato dato parere conforme dall’ufficio tecnico, è stato approvato dalla giunta e quindi realizzato senza che nessuno dei signori, incluso il progettista, si siano posti il problema.
Ho inviato tutta la documentazione acquisita, facendo notare alcune irregolarità esecutive  tra progetto e stato di fatto, pure collaudato! Al difensore civico regionale. Rapidamente il difensore si è attivato con il sindaco, ma la risposta ottenuta (i 4 gradini non erano oggetto dei lavori!) e la non autorità impositiva del difensore fanno sì che tale situazione si protrarrà fino a quando si recepiranno nelle casse comunali i soldi per eseguire i lavori!
Non credo corretto e giusto che un cittadino debba ricorrere in tribunale per risolvere questi problemi!
Ho girato queste informazioni ad alcune associazioni per avere un aiuto, ma senza risultato.
chiedo a qualche lettore, appartenente a qualche associazione contro le barriere architettoniche, di avere un aiuto per sanare questa situazione, nonchè la disponibiltà di un avvocato, riconoscendo le spese "vive" per  far pagare i danni derivanti nella realizzazione delle opere ai (ir)responsabili che hanno approvato il progetto e che hanno pure  collaudato il tutto.
Vi ringrazio

Ing. Carlo Berlusconi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.