Ricerca

» Invia una lettera

Quattro passi tra mezzibusti e manganelli

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

26 gennaio 2009

Caro direttore

ieri pomeriggio passeggiando per il centro di Busto Arsizio mi sono imbattuto in una “curiosa” bancarella dell’ormai abituale mercatino che ogni ultima domenica del mese occupa via Milano e le principali piazze della città.
Su questa bancarella in piazza S. Maria si potevano vedere felpe, magliette, coltelli, manganelli e gadget portanti scritte inneggianti al nazifascismo; senza contare i
mezzibusti di Mussolini e le riproduzioni del suo primo piano che qua e là si vedono sparse in mezzo a stampe e oggetti d’epoca su altre bancarelle del mercatino.
Mi chiedo come sia possibile che il comune dia il permesso di esporre merce di quel genere, celebrante un evento storico il cui pensiero violento e ignorante si sta tra
l’altro sempre più riproponendo con la forza in particolare nella nostra zona.
Tutto ciò poi, a pochissimi giorni dalla giornata della memoria. Sarebbe bello che la gente che occupava il centro ieri pomeriggio riflettesse su ciò che ha visto e non si
limitasse a cercare il prezzo saldato più conveniente…

Luca Amorosi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.