Ricerca

» Invia una lettera

Quelle multe a Tradate a 57 all’ora…

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

6 novembre 2008

Buongiorno Direttore,

ormai passo le giornate in ansia, attendendo gioioso l’arrivo del postino che mi recapita l’ennesima raccomandata, che contiene l’ennesima multa emessa dallo stupefacente comune di Tradate, per il tramite del “lungo braccio” della Polizia Municipale.
Nel mio caso le contravvenzioni ricevute percorrendo Via Costa del Re sono al momento (solo) due: la prima perchè transitavo a 58 km orari, la seconda perché andavo a 57 km orari.

E’ giusto, ho infranto le regole e quindi devo pagare. Nel mio caso cosa sono 115 euro in più o in meno sullo stipendio, con moglie e figlia a carico, quando ne pago quasi 800 al mese solo per il mutuo prima casa: quando contribuisci al miglioramento dei servizi offerti dai comuni, in particolare relativamente al tema di sicurezza stradale, si pagano si, ma con vero e sentito piacere.

Sono strasicuro che i soldi incassati dall’amministrazione comunale, per il tramite della “macchinetta incustodita”, serviranno a rendere migliore la vita di tutti noi.

Sono arciconvinto che alcune delle migliorie che introdurrà immediatamente il Sig. Sindaco, saranno la posa dei dossi artificiali nei pressi degli istituti scolastici, che limiterebbero al massimo il ripetersi di altri incidenti come il tragico investimento accaduto recentemente in quella zona e la sostituzione del manto stradale con i nuovi asfalti altamente porosi e drenanti, progettati per aumentare al massimo la sicurezza della viabilità specie in giorni piovosissimi come quelli che stiamo vivendo ora.

Sono anche certo, anzi certissimo, che il maggior esborso da versare al comune per le contravvenzioni per non essere stati fermati dagli Agenti della Polizia Locale al momento dell’infrazione, sia ampiamente giustificato dal fatto che gli Agenti erano sicuramente impegnatissimi a svolgere altre mansioni assolutamente prioritarie per garantire la sicurezza in città.

Infine, non mi sorgerebbe mai, e ripeto mai, il più malizioso e recondito dubbio che a qualcuno, per esempio a parenti e amici degli amici del Sig. Sindaco, non sia stato usato lo stesso zelo come per i “normali” cittadini contribuenti. Ovviamente le migliaia di contravvenzioni sono state recapitate a tutti, senza distinzione di rango, ruolo, razza e religione (un tizio che abita vicino a casa mia ne ha ricevute quattro in un sol colpo).

Ebbene, non posso concludere senza esternare il personale orgoglio di vivere nella zona geografica “migliore” della nostra Italietta: il grande e avanzato Nord, la Padania. A Tradate governa la Lega Nord, possiamo andare in giro a testa alta.
A Tradate i valori che si respirano sono prima di tutto rappresentati dalla massima trasparenza e correttezza d’intenti del Sindaco e il suo quotidiano e faticosissimo impegno per migliorare da vita di tutti noi. Non dimentichiamolo mai, qui non siamo a Napoli o Palermo, qui siamo al Nord e i furbi non esistono.

Cordiali saluti

Fabrizio Clerici

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.