Ricerca

» Invia una lettera

Rilfessioni su Malpensa e Craxi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

7 gennaio 2010

Egr. Direttore,
vorrei poter dire la mia opinione su quanto ha detto il sig. Marco Gallo su Malpensa. Quando si ha a che fare con persone che non hanno un posto fisso, ma solamente un lavoro a termine e finito il contratto andranno a casa, cosa si vuol pretendere, che facciano il lavoro con passione? Per carità non è un appunto al sig. Gallo, bensì al sistema che non quadra, a dirigenti che personalmente non vorrei aver niente a che fare.Tra l’altro non voglio insegnare niente a nessuno dal  momento che i soldi li prendono loro. Fin che è possibile vado in auto anche se è più dispendioso.
A proposito di Craxi, direi che sarebbe ora di finirla di parlare di lui. E’ morto, pace all’anima sua.   Finito .Stop. Chiuso. Negli anni novanta avevo giurato che se avessi incontrato, NON cercato, De Lorenzo, Poggiolini e Craxi e avrei spaccato a loro la faccia, per questioni di trasfusioni di sangue e del loro sistema imperante di potere. Uno è morto e gli altri due spero di non incontrarli, ma di leggere quanto prima i loro necrologi. Non mi sono rivolto alla magistratura, perchè immaginavo  come sarebbe andata a finire. Craxi è morto, amen. Non facciamo un martire, chi ha contribuito allo sfascio dell’ Italia. Mi spiace di aver detto cose che tenevo dentro da vent’anni, ma continuare a sentire delle beatificazioni,non ho retto. Mi scusi direttore.
Cordiali saluti.

Valentino il vecchio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.