Ricerca

» Invia una lettera

Risate isteriche

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

21 novembre 2012

Gentile direttore, M.U. a striscia la notizia ha ironizzato, da perfetta svampita quale volendo riesce ad apparire per esigenze di contratto, sull’imminente aumento di 4° della temperatura media terrestre ma forse a suo modo è stata una delle tante “risate isteriche” in attesa di smentite di cui però nessuno prende atto della bella notizia “piovuta dal cielo”, dettata frettolosamente con naturalezza e di sfuggita al tg5; quindi o tutti i giornalisti e divulgatori scientifici sono a loro volta svampiti, o straniti, oppure sarebbe solo un’ipotesi possibile, o rinviabile, ma che avvertiremmo come mai sulla nostra pelle già con mezzo grado in pochi anni.
Un’altra minaccia sono i nuovi virus informatici nonché i ladri che cercano di prosciugare conti correnti oltre che di privati cittadini, che si son fidati di interagire on-line digitando numeri e password sensibili, anche di banche o sistemi di sicurezza; a proposito volendo votare per le fornaci della rocca di Caldé al FAI, che comprende però anche la sovrastante chiesetta di S. Veronica, mi son fermato alla richiesta di password non trovando specifiche in merito, ricordando le buone abitudini e che semmai solo la posta certificata è ufficialmente abilitata, o tutelata, tanto che “si vota a matita”.
Interessante il discorso da Lei espresso recentemente, in occasione del 15° in diretta e a memoria, riguardo l’epopea dei primordi di Varesenews quando un costoso server da 19 k gestiva “un’idea” che andò via via concretizzandosi, prima con i 56 k e poi con l’Adsl, arrivando ai massimi livelli odierni; inoltre il primo virus risale a 25 anni fa, di cui gli autori sono ancora operativi pur identificati fra i messaggi in codice contenuti e mentre gli ultimi sono sempre di pochi secondi fa, a quanto pare i malintenzionati sono più sotto controllo, o rintracciabili e monitorati, ma con le leggi vigenti per ora non si può di fatto intervenire così facilmente, come si penserebbe.
Il rovescio della medaglia è pertanto presente ed evidente, dovendo distinguere bene e stare attenti a non confondere operazioni monetarie con semplice svago, comunicazione, informazione, automazione, o pacemaker “ackerabili” che fermano la vita partendo da un click a 10 m di distanza poi ripetibile automaticamente con effetti tipo domino; infatti poi, nonostante l’innovazione globale, per ogni riscontro fiscale fa fede soprattutto, o solamente, lo scontrino “cartaceo e non virtuale”, anche da conservare per anni appunto per l’eventuale verifica, fra l’altro ora preventivabile e riscontrabile con software redditometri resi disponibili dal ministero tesi al ravvedimento dei più distratti, smisurati, o scellerati.
Sarebbe quindi il caso di “approfondire il malaugurio” e prevedere di poter andare avanti in caso di black-out o attacchi devastanti ai vari sistemi, utili e ormai indispensabili giornalmente nelle diverse realtà, globalmente parlando, senza al solito aspettare rischiando che sia troppo tardi, magari emulando S. Tommaso con conseguenze irreversibili o ben più rilevanti, abbagliati da miglioramenti temporanei alla fine mortificanti, ritrovandosi in discesa libera non bastando capitomboli e avvisaglie attendibili attive da tempo nei nostri confronti, quali unici, primi ed ultimi, miseri puntini animati del firmamento.
Anche per oggi ho detto qualcosa, grazie, cordiali saluti e buona continuazione.

Valter Abele Zaccuri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.