Ricerca

» Invia una lettera

Risposta a “uno che ce la fa”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

1 settembre 2011

Spettabile Direttore,
vorrei complimentarmi con questo signore che senza lamentarsi dimostra nei fatti come si può vivere con dignità.Non ho nulla contro la lettera di Sara e comprendo i suoi disagi. Sono un dipendente e vivo di stipendio.Sono stanco di vedere tantissima gente che va in giro a lamentarsi dicendo di avere mogli e figli a carico e di non arrivare a fine mese. Cosa pretendono? Che siano gli altri a mantenere sua moglie e i suoi figli ? Quando uno si sposa si sa che la vita cambia e cambia ancora di più quando si hanno dei figli. Siamo un paese dove il partito dei “tengo-famiglia” è numerosissimo e non perde mai occasione per piangersi addosso, ma siamo anche un paese dove tanta gente come me è stanca di vedere tanti lamentarsi spesso a torto. Tanti fanno finta di non avere soldi e magari non pagano le spese condominiali però vanno lo stesso in vacanza alla faccia dei condomini che pagano fino all’ultimo euro.Vorrei anche aggiungere che ho conosciuto dei veri poveri, che però si vergognavano talmente tanto della loro condizione che non volevano farla sapere a nessuno e di certo non andavano in giro a piangere.

Luigi Guenzani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.