Ricerca

» Invia una lettera

Risposta per Umberto & C

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

6 aprile 2011

Egregio sig. Direttore,
 
volevo fare i miei più sentiti complimenti al nostro sig. Umberto, vedo che ha fatto i compitini a casa.
 
Mi sembra giusto, fare delle precisazioni.
 
Lei lo sa per che cosa è stato condannato l’attuale sindaco di Verona? E’ stato condannato per  “aver esposto manifesti e raccolto firme, per sgombrare un campo nomadi abusivo nel capoluogo scaligero”. (Tosi è stato eletto con il 61% dei voti)
 
Se questo è razzismo, penso che dovremmo essere condannati quasi tutti, in quanti vorremmo realmente avere un campo nomadi nel nostro comune?
 
Mentre Gentilini, dal palco di Venezia, aveva usato “parole forti” nei confronti degli immigrati che delinquono e si era schierato contro la costruzione delle moschee.
 
Questa è l’accusa, parole forti verso immigrati che delinquono….
 
Condanne esemplari per reati………….come si chiamano questi reati, nei paesi incivili e non democratici si chiamano reati di OPINIONE.
 
La nostra storia ci insegna molte cose, soprattutto ci insegna che la giustizia è amministrata con due pesi e due misure, con alcuni si applica alla lettera con altri, i più fortunati, si interpreta, facciamo due esempi? Ho fatto anche io i compiti.
 
Se lo ricorda Lei, l’assalto al campanile di piazza San Marco a Venezia? Atto simbolico, ma illegale. Sempre Lei, si ricorda che condanna esemplare e senza sconti di pena subirono le persone implicate in quell’azione e soprattutto chi la ideò?
 
Se lo ricorda Lei, quando la Lega creò le "camice verdi"? Io ho il piacere di conoscere alcuni ragazzi iscritti che si sono ritrovati sotto indagine e sotto processo per alcuni anni per poi essere tutti prosciolti non sussistendo alcun reato. Lei si rende conto di cosa voglia dire per un ragazzo finire sotto processo per i propri ideali e senza commettere reati?
 
Questo è il primo peso, ed ora Le illustro il secondo:
 
Scontri tra centri sociali e polizia, manifestazioni degenerate in violenza, auto incendiate, negozi distrutti, mezzi di soccorso e della polizia danneggiati, autobus e tram danneggiati, violenza contro le forze dell’ordine, attivisti arrestati colti in fragranza di reato, case e fabbricati "occupati abusivamente" (sottratti alla proprietà altrui cioè furto) bene, di questi quanti ne ha mai visti condannati?
 
Io non ne ho mai visti, ma ho sentito i Vostri rappresentanti trovare mille alibi per giustificarli, ma la giustizia dov’è?
 
Lei ritiene che sia stato applicato lo stesso metro di giudizio? 
 
Ha perfettamente ragione a dire che per amore della storia, bisogna ricordare tutto, bene, ricordiamoci anche di queste ingiustizie che sono rimaste impunite.
 
La storia che tanto Le è cara, andrebbe letta a 360°, dal dopo guerra in poi, per il popolo di sinistra, c’è sempre stato un occhio di riguardo.
 
Come dite Voi, se sbaglia uno di sinistra è "un compagno che sbaglia", se sbaglia uno degli altri, la Destra è tutta marcia, la Lega è tutta marcia.
 
Per evitare continui battibecchi Le chiedo se ci sia la possibilità di fare commentare liberamente questa mia lettera.
 
RingraziandoLa per lo spazio concesso, porgo cordiali saluti.
 
P.S. sono sempre io! Agli altri (che vorrebbero farmi democraticamente tacere per sempre perchè dico cose che non vorrebbero sentirsi dire), da rozzo, incivile, arrogante e ignorante che sono (non sono di sinistra e me ne vanto) porgo i miei più sentiti saluti e auguri.
D.C.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.