Ricerca

» Invia una lettera

San Fermo borgo dipinto ma basta polemiche

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

17 novembre 2008

Egregio Direttore,
é passata qualche settimana dalle denunce del Partito Democratico varesino in relazione al “degrado” del borgo storico di San Fermo, ma mi permetto di scriverLe solo ora, in risposta, perchè tenevo prima ad informare in maniera ufficiale i Consiglieri della Circoscrizione n.5, così come ho fatto nella nostra ultima seduta, e così come dettaglio ora.
Il tema del borgo di San Fermo, fiore all’occhiello di un quartiere che può vantare angoli splendidi e che soprattutto vanta una splendida Associazione di Amici che al quartiere dedicano davvero tempo, energie, cuore e passione, è un tema caro a tutti i diretti interessati dell’Amministrazione cittadina.
La pavimentazione ricreata nell’anno 2000, con il ripristino della balconata che si affaccia dal Santuario sulla città di Varese, è stato un traguardo raggiunto grazie alla volontà dei rappresentanti locali , TUTTI sensibilizzati al tema della riqualificazione e conservazione del bello della nostra città.
Ad oggi, purtroppo, gran parte di quel “bello” è stata deturpata: i muri imbrattati, le panchine divelte. Ignobili comportamenti. Gli attuali Consiglieri di Circoscrizione denunciano costantemente gli atteggiamenti scorretti, incivili, dei quali, purtroppo, sembra impossibile liberarsi.
Ma volontà comune è quella di non farsi intimorire, e continuare a tutelare, proporre, incrementare l’idea, l’immagine e la volontà di portare a conoscenza dei più la storia, la tradizione, l’arte e la cultura che sono racchiuse in quelle poche e strette via , che si incrociano magicamente a mò di borgo medioevale, dove per tre giorni l’anno (durante la più bella manifestazione organizzata dagli Amici di San Fermo) tutti i visitatori possono assaporare l’idea di un tempo che pare fermarsi, tra i dipinti e i vecchi paioli di rame appesi alle pareti….
Chi ha una buona memoria ricorda anche come la magìa della storia di San Francesco D’Assisi sia stata messa in scena in maniera divina dalla Compagnia Teatro Franzato proprio in uno spettacolo itinerante, ed in quella serata ogni viuzza del borgo risuonava di storia, poesia, musica.
Ecco che allora mi pare fuori luogo una denuncia, fatta sulla stampa locale e sul Vostro portale, all’ Amministrazione cittadina , da parte di alcuni esponenti del Partito Democratico, del mancato pagamento della quota di iscrizione del Borgo di San Fermo all’Associazione nazionale Paesi Dipinti. O meglio: pare insolita la denuncia quando ad esempio l’organo istituzionale più vicino al territorio, la Circoscrizione, non era mai ancora stata interpellata con una richiesta formale di contributo.
Dispiace sempre quando , invece di un sereno rapporto di comunicazione, visto e considerato che TUTTI i Consiglieri tengono in maniera particolare al proprio territorio di appartenenza, ci si ritrova di fronte a “denunce del degrado di Penasca”. La strada da percorrere è sempre il dialogo, sereno, costruttivo, corretto e diretto.
A titolo informativo : la Circoscrizione ha provveduto al pagamento dell’iscrizione per il Borgo di San Fermo per tutto l’anno 2009. Prima ancora che la richiesta da parte di un esponente del Pd arrivasse in Consiglio durante la nostra ultima seduta.
Resta l’amarezza di aver saputo il tutto solo da una preventiva e precoce denuncia a mezzo stampa…

Stefania Cipolat - Presidente Circoscrizione n. 5 Varese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.