Ricerca

» Invia una lettera

Scrivo in risposta all’assessore Lo Curcio

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

13 gennaio 2009

Gentile redazione,
Scrivo in risposta all’assessore Lo Curcio. Capisco il nervosismo per la mancata nomina a vicesindaco ma non riesco a capire perché questa tensione si debba sfogare su di me. Soprattutto dopo che finalmente, caro assessore, è riuscito a sbolognare la difficilissima delega alle politichegiovanili che non ha voluto mai cedere al suo collega di partito più motivato e con più idee di lei
per quanto riguarda il tema giovani.
Mi dispiace molto e lo dico francamente, che l’assessore Lo Curcio se la sia presa con il sottoscritto. E’ vero sono uno scout. E lo scoutismo mi ha insegnato molto. Mi ha insegnato moltosull’idea di come fare politica e che cosa sia per me la politica.
Io preferisco una politica che si basi soprattutto sul dialogo tra le persone. Che non insultil’avversario (anche se per me non è un insulto fare lo scout) ma che sia pronta ad ascoltare.
Io preferisco una politica che prima di agire ascolti le necessità e i problemi dei cittadini. Che insieme a questi ultimi ne delinei le possibili soluzione e solo alla fine di questo cammino si possaprendere una decisione.
Caro assessore Lo Curcio, senza animosità le chiedo: Lei ha fatto tutto questo?
Lei prima di arrivare a tali decisioni si è confrontato con tutti e anche con la minoranza? Lei si è confrontato con i comitati di quartiere di Mezzana, San Bernardino e San Rocco? Si è confrontatoin consiglio comunale? Si è confrontato con il corpo docente delle scuole villoresi? Si è confrontato con i genitori?
Mi sembra proprio che questo non sia accaduto.
Il 10 dicembre con delibera di giunta si sono avviati dei lavori che andranno ad interessare la struttura delle scuole Rodari.
Lei prima del 10 dicembre non mi sembra proprio che si sia confrontato in consiglio comunale su questo tema
Lei prima del 10 dicembre non mi sembra proprio che si sia confrontato con la commissione socioeducativa
Lei prima del 10 dicembre non mi sembra proprio che si sia confrontato con i rappresentanti dei genitori. (la riunione doveva essere con il sindaco il 12 dicembre a decisione già presa).
Lei prima del 10 dicembre non mi sembra proprio che si sia confrontato con il corpo docente della scuola di via villoresi. (che le ha addirittura inviato una lettera contraria a quella decisione)
Questa è la politica che lei rappresenta. La politica del “so io e solo io che cosa è il bene per i miei
cittadini”.
Tra la sua politica del “decido io” preferisco la politica dove decidiamo tutti insieme.
Sono giovane, e porterò ancora i calzoni corti, ma per me la politica vera non è la sua da prima
repubblica.
Ringraziando ancora Varese News dello spazio concessomi
Un giovane con i “calzoni corti” a disposizione dei propri cittadini
Francesco Calò
Portavoce PD Somma Lombardo
Ps. Dal vocabolario Zanichelli
Confrontare: Considerare due o più cose insieme valutando le somiglianze e le differenze che esistono fra di esse, il loro relativo valore, importanza, interesse e similitudini.

Francesco Calò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.