Ricerca

» Invia una lettera

Scuola: a quando una riforma che metta gli studenti al centro?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

11 ottobre 2007

Caro direttore,
ho letto con amarezza che la maggior parte degli studenti sedicenni di Busto ignora che domenica prossima è chiamata a votare per le primarie
Sia chiaro: non è grave il fatto che non conoscano il PD e la sua collocazione, si può vivere benissimo senza saperlo; è grave che non siano informati sui loro diritti- doveri elementari, primo fra tutti il diritto al voto che è il primo passo per partecipare alla vita democratica del proprio Paese.
Passi che la Scuola debba essere apartitica, va bene che non si faccia propaganda politica nelle aule, ma qui non si tratta di propaganda, bensì di attrezzare i ragazzi degli strumenti necessari per diventare cittadini partecipi e consapevoli.
A quando una riforma della Scuola che metta lo studente al centro di un’azione educativa che si preoccupi di spiegare ai giovani quello che accade loro intorno? Che li stimoli a vivere l’attualità delle realtà che li circonda? Che sviluppi e maturi in loro una coscienza critica? Che li tuteli dall’ignoranza e dalla cattiva conoscenza che ne farà degli ostaggi di cattivi maestri?
Ma cosa dobbiamo aspettarci dai giovani se questa è la Scuola che abbiamo loro costruito intorno ?

Roberta Lattuada

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.