Ricerca

» Invia una lettera

Scuola, quassù non è un’isola felice

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

29 novembre 2008

Egregio direttore,
Forse il sig. Gustavo, nella lettera pubblicata da Varesenews, non tiene conto del fatto che, purtroppo, i problemi di cattiva gestione della scuola pubblica italiana rivestono carattere nazionale e, pertanto, Varese e la Lombardia non si sottraggono alle logiche da lui riscontrate altrove.
Forse il sig. Gustavo si illude di essere approdato in un’isola felice e si nutre, come tanti, ancora del trito e ritrito luogo comune di un nord onesto (!) e laborioso e di un sud (o centrosud) fannullone e truffaldino.
Forse il sig. Gustavo ignora che la maggior parte degli insegnanti varesini sono di origine e provenienza centromeridionale ed operano, sovente senza alcun tipo di gratificazione, in strutture che necessiterebbero di maggiore attenzione da parte delle istituzioni.
Mi auguro, dunque, che la permanenza nelle nostre zone gli consenta di verificare la fondatezza delle sue affermazioni e di valutare i problemi della scuola pubblica (e non solo) in un’ottica più ampia e scevra di pregiudizi.
Cordiali saluti.

Giorgio Marsiglia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.