Ricerca

» Invia una lettera

Se gli italiani ragionassero come Carlo e Fabio avremmo un paese migliore

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 agosto 2011

Egregio Direttore,
leggo finalmente sul suo giornale osservazioni semplici e condivisibili appieno, quali quelle contenute nelle lettere n.297 e 298 rispettivamente del Signor Carlo e del Signor Fabio (che ricalcano le opinioni da me espresse in passato ed ancora oggi, lettera n. 295 da Lei gentilmente pubblicata). Se tutti gli Italiani ragionassero altrettanto bene come i Signori citati, probabilmente le cose potrebbero migliorare, ma purtroppo si lasciano irretire chi da questo chi da quel partito (molti anche perchè ne hanno convenienza) e così le cose purtroppo non cambieranno se non in peggio: Quanto all’illusione che andando in massa a votare si possa cambiare qualcosa, espressa dal Sig. Carlo, mi spiace deluderlo perchè con questa legge elettorale definita "porcata" dagli stessi suoi ideatori non si potrà cambiare un bel niente, e tutto continuerà malamente come prima.
Cordiali saluti a Lei, ai Signori Carlo e Fabio, al prof. Barone (che utopisticamente crede nella possibilità di un rinnovamento della società in termini marxisti, che pur nella parte dell’analisi storico-economica condivido) a cui rinnovo tutta la mia stima, al Signor Gelosia che stuzzica sempre la curiosità e la suscettibilità di qualcuno con le sue argute lettere e a tutti i suoi lettori.

Giovanni Dotti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.