Ricerca

» Invia una lettera

Se toccasse a noi?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 aprile 2011

Caro direttore,

Marco ha pianto questa mattina e io vorrei farlo. Non ci riesco più; la rabbia me lo impedisce.
Sto diventando cattiva, vendicativa, rancorosa. Non ho l’età per i colpi di testa, ma mi scappa di delirare in proposito. Le guerre, i morti, le armi, i profughi, i barconi, le sparate odiose di mostri che cavalcano le disgrazie, i soldi sporchi, le puttane, i complotti, la Giustizia ingiusta, la politica del tanto peggio tanto meglio, mi sento implodere..
È una rabbia che monta giorno dopo giorno, ingiustizia dopo ingiustizia, tragedia ( prevedibile) dopo tragedia, sopraffazione dopo sopraffazione. Mi sta dentro a fatica, la controllo poco e male.
Non ho paura per me, ho paura di me.
Quando sento affermare che qualcuno bestemmia contro la ragione in nome di una presunta maggioranza di cittadini mi vengono in mente le arene romane, il pollice verso dell’imperatore che chiedeva alla folla eccitata il verdetto di morte e penso che siamo ancora lì, immobili nella bestialità cieca che domina l’istinto umano. E ho paura di diventare contro di loro come sono loro e ho paura. Riuscirò a sopportare le menzogne e l’ipocrisia del Potere e il tanfo di " chi ha la faccia e mostra solo il viso" ( De Andrè), non mi verrà mica in ,mente di lasciare che l’urgenza dell’emozione prenda il sopravvento sulla ragione? Io sono contro la violenza, lo sono sempre stata; nessuno tocchi Caino. E se invece Caino, i tanti Caino che nascondono la faccia andrebbero "toccati",
finalmente "toccati" per smascherare le loro celate nefandezze?
E se tutti invece di piangere lasciassimo fluire la giusta rabbia, se la indirizzassimo verso i mandanti dei tanti delitti contro l’umanità che restano impuniti? E se non ci fermassimo al primo tentativo, ma provassimo a individuare i bersagli e a odiare davvero, senza lasciarci poi distrarre dal culo delle Ruby?
Se toccasse a noi il compito di cambiare le cose, rovesciare la logica del debole con i forti e forte con i deboli?

Roberta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.