Ricerca

» Invia una lettera

Si va a Milano, per evitare provocazioni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

13 ottobre 2007

Caro direttore,
sono una studentessa, frequento il liceo artistico A. Frattini di Masnago.
Venerdì mattina ho aderito alla manifestazione contro la nuova riforma di Fioroni poichè la ritengo in parte ingiusta ma sono andata al corteo che si è tenuto a Milano e non a quello di Varese.
Non è possibile che in questa città, ogni anno sia Azione giovani a organizzare cortei che alla fine si trasformano in un pretesto per insultare i primi comunisti o anarchici che sono per strada a farsi gli affari loro senza rompere le scatole a nessuno.
Sono in disaccordo con quello che ha scritto il giornalista inerente alla manifestazione.
Non è vero che noi ragazzi di sinistra siamo rimasti impassibili o meglio, “abbiamo scioperato ma non manifestato” come il giornalista scrive, semplicemente non abbiamo presenziato a Varese per non avere scontri e
pestaggi con i giovani fascisti che, come si sa, sono sempre i primi a romperci le scatole e non lo dico perchè sono di parte ma perchè ho le prove concrete.
Non voglio fare la sinistroide che ce l’ha a morte coi fascisti, semplicemente voglio smentire ciò che il giornalista scrive nella prima parte di articolo poichè ritengo che sia una errato e in un certo senso, di
parte.
Cordiali saluti, SkruHC

SkruHC (lettera firmata)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.