Ricerca

» Invia una lettera

Siamo cresciuti ubriachi di energia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

26 agosto 2011

Egregio Direttore

La grande quantità di combustibili fossili presenti su questo pianeta ci ha fatto crescere in una sorta di “ubriacatura energetica”,per cui tutto era possibile e a portata di mano e la crescita dei consumi e del benessere materiale non avrebbero avuto mai fine. Eppure il pianeta Terra è limitato, giacimenti fossili e minerali sono soggetti ad esaurimento ed anche risorse rinnovabili quali il suolo fertile, le falde acquifere, gli stock ittici, le foreste possono depauperarsi ed esaurirsi quando sono sovrasfruttati. Il picco di Hubbert relativo all’estrazione del petrolio si è già verificato per Usa, Russia, Messico, Gran Bretagna e Norvegia. Al calare della produzione l’energia fossile costerà sempre di più. Per la preparazione che ho, questi mi constano essere dati di fatto, rimarcati anche in documenti pubblicati dall’Esercito Usa, da quello tedesco e dalla stessa International Energy Agency. Non mi risultano documenti autorevoli riguardanti questi scenari pubblicati dal “Bucas”(Burocratico ufficio complicazione affari semplici). Il cambio di paradigma e la sostenibilità,non sono quindi una moda,ma una necessità che riguarda non solo un diverso modo di vivere e lavorare,ma anche la semplice condizione per sopravvivere su questo pianeta. Se si pensa che tutto questo possa avvenire in maniera semplice probabilmente si sottovaluta o si nega la portata di questo cambiamento. Soluzioni semplici non significa, semplicistiche e banali, che è atteggiamento irresponsabile.
Passando alle spiritosaggini, bisognerebbe rileggere qualche volta Aristotele (Etica Nicomachea), nella parte dedicata a chi vuol fare motti di spirito a tutti i costi.

Cordiali saluti.

Mauro Icardi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.