Ricerca

» Invia una lettera

Sicurezza stradale

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

14 ottobre 2014

Egregio Direttore,

La cronaca di questi ultimi tempi alimenta ancora di più quello che è un mio pensiero ricorrente.

    Ieri (13 ottobre) 3 operai sono stati travolti sull’autostrada Catania – Siracusa, mentre erano al lavoro sulla corsia di emergenza.

    In luglio alcuni operai sono stati travolti mentre erano al lavoro sul passante di Mestre (2 morti).

    Ieri (13 ottobre) uno scuolabus è uscito di strada in prossimità di Lisanza.

    Domenica sono stati travolti 4 ciclisti nel salernitano (1 morto)

    A maggio è stato investito a Portovaltravaglia il piccolo Diego (15 anni).

Così tanti altri incidenti simili….

Il più delle volte si dice: “le cause sono al vaglio delle autorità …. oppure….Si tratterebbe di errore umano…si tratterebbe di un malore” ecc. ecc.

Qualcuno si premura cura di controllare i tabulati telefonici o le comunicazioni sui social?

Penso che il più delle volte questi fatti avvengano perché siamo distratti.

Sempre al telefono, a messaggiare o a postare commenti sui social.

Dobbiamo ammetterlo…

La principale causa di incidenti è la distrazione….non se andiamo a 57 km/h anziché 50 km/h.

Scrivo da automobilista, motociclista, ciclista e pedone… ogni giorno ne vedo tutti i colori….autisti di autobus o camionisti al telefono, automobilisti che leggono il giornale in autostrada , mamme che leggono con il figlio libri appoggiati sul cruscotto.. mentre viaggiano in seconda corsia…

La soluzione?  Pattuglie di Polizia in borghese, meglio ancora se provviste di  telecamere per documentare al meglio tutto.

Prendiamo insegnamento da Austria, Germania, Svizzera…è una realtà esistente da anni.

Sapere che potrebbero esserci nei paraggi pattuglie in borghese cambierebbe sicuramente il comportamento  di molti.

Grazie per l’attenzione

Alessandro

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.