Ricerca

» Invia una lettera

Sinistra alla Sampè

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

28 aprile 2009

Caro direttore,
qualche giorno fa m’è capitato di rispondere ad un lettore di simpatie per il centro destra in merito all’idea, per me deprecabile, che le liste comunali debbano essere imposte dai responsabili provinciali dei partiti e non nascere per scelta locale.
Non sto a riprendere quegli argomenti, che riassumevo nell’auspicio finale che "i partiti non entrino dove non devono, facciano politica, gli amministratori lasciamoli scegliere alla gente".
Mi pare che lo scambio (frenetico) di lettere su Varesenews, che ha coinvolto suo malgrado il mio amico Mirabelli, confermi questa tesi: a intervenire da fuori serve a poco.
Ha ragione il lettore Chiaricò a chiedersi che razza di campagna elettorale vivranno i cittadini di Uboldo… Aggiungo: se dovessero basarsi su quanto letto in questa rubrica, di cui però non sopravvaluterei il peso, nel formare l’opinione elettorale, perchè alla fine i cittadini NON vorranno sapere tanto se il Tizio è più di sinistra di Caio, ma forse cosa ciascuno propone per gli anziani, per i giovani o per la tale area pubblica o il talatro problema concreto).
 
Trovo anche divertente il solito Fassuni, che paragona il nostro Fabrizio al grande Silvio nazionale, solo perchè si è preso la briga (ma non di certo il gusto) di riferire con caparbietà e precisione che non è stato il PD a rifiutare un accordo con la lista di sinistra, ma il contrario.
Un confronto spiritoso ed evidentemente surreale…ben altro essendo il ruolo che il Premier svolge nella sua compagine.
 
Intorno a questo   caso se ne sono lette tante. Spicca tra tutte, ma il mio guidizio è certamente partigiano, la teria neo-riccardiania (do you remeber le polemiche del vecchio Marx?) che il PD forse non esiste veramente, ma è solo l’effimero prodotto di un complotto del capitate (‘una bolla mediatica’) destinato a presto scoparire. Che dire? Non è carina?
 
Vabbè, ho dato anch’io il mio contributo a rinverdire l’immagine della sinistra alla Sampè (quelli che se sono in 12 al bar, nessuno ordina la stessa cosa).
Più che altro per amicizia verso Mirabelli che altro.
 
Un saluto cordiale
 

 

 
Roberto Caielli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.