Ricerca

» Invia una lettera

Su via Dalmazia, una polemica incomprensibile

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 maggio 2013

In merito all’intervento della Consigliera Comunale Luisa Oprandi, informo i cittadini che i lavori dell’Amministrazione Comunale in via Dalmazia sono la fase realizzativa di richieste specifiche pervenute dagli stessi residenti di Valle Olona.

Le piante tagliate (ciliegi da fiore giapponesi) erano 8 di un filare iniziale di 18 alberi, 10 dei quali morti nel tempo per via del risibile spazio vitale creato per la loro radicazione più di vent’anni fa (un tondello di cemento di poco più di 50 cm di diametro). L’intervento messo in atto, e predisposto proprio in questi giorni, è quindi migliorativo: dopo aver predisposto aiuole più ampie si metteranno a dimora, in autunno, 16 nuovi alberelli sempreverdi da scegliersi fra Olea fragrans (osmanti profumati) o Ilex in varietà (agrifogli ad alberetto con poche esigenze di sviluppo radicale), che necessitano di una minore manutenzione e di meno acqua.

Vorrei intervenire anche sulle osservazioni in merito al marciapiede e allo spazio per portatori di handicap: il passaggio non è certo diminuito ma anzi aumentato rispetto alla situazione iniziale. Le "strozzature" esistenti sono state portate dai 75 cm iniziali ai 90 cm attuali sempre nei punti più stretti del marciapiede (che per la maggior parte è oltre di 150 cm) come prevede la norma per il superamento delle barriere architettoniche. Ciò è stato possibile perchè i cordoli delle aiuole non sono più esterni alla superficie asfaltata, ma a raso con essa, in modo che possano essere sormontati anche dalle ruote delle carrozzelle oltre che dai pedoni. Le barriere architettoniche quindi sono completamente abbattute. Si procederà anche alla sistemazione del marciapiede.
La polemica sollevata dalla Consigliera Oprandi risulta quindi poco comprensibile, considerate le migliorie che apporteremo al quartiere con questo piccolo ma significativo intervento. Sono certo che ella stessa potrà constatare la bontà del progetto, una volta portato a compimento.
 
L’Assessore all’Ambiente e al Verde Pubblico
Stefano Clerici
Stefano Clerici

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.