Ricerca

» Invia una lettera

Sull’aggressione razzista

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

17 dicembre 2009

Buongiorno,
con questa lettera proviamo a rimettere in ordine idee ed emozioni per quanto concerne l’accaduto a Cassano Magnago di sabato 12 dicembre 2009 quando un gruppo di ragazzi ha aggredito una ragazza e un ragazzo di nazionalità serba con pesanti parole di stampo razzista procurando gravi ferite fisiche e morali.

La cosa ha lasciato profondamente scossi, non solo perchè la cosa è accaduta nella nostra città natale, ma soprattutto per la profonda crudelta dell’accaduto.
Quindi per prima cosa voglio esprimere la mia vicinanza e la mia solidarietà ai ragazzi vittime di questo grave episodio e alle loro famiglie, invitando anche il nostro Comune a fare lo stesso
pubblicamente.
Il movente sembra che sia dovuto da "motivi di discriminazione razziale" accusa mossa dagli inquirenti che stanno indagando sull’accaduto.
Da anni non si sentiva di avvenimenti di questo tipo in città, anche se nel territorio provinciale molti sono stati gli episodi con protagonisti adolescenti e giovanissimi che hanno scioccato l’opinione
pubblica anche con omicidi, aggressioni e delitti di rilevanza penale.
La preoccupazione che sale ragionevolmente è che i ragazzi aggressori, adolescenti e probabilmente rientranti nella sfera della normalità, stanno assorbendo senza ritegno il lato peggiore degli adulti di
riferimento, capaci spesso di dare solo segnali di sospetto,seguito spesso da odio e intolleranza, senza indicare percorsi di crescita positiva che facilitino e propongano il confronto,la comprensione
reciproca e la solidarietà tra le persone come mezzo per una pacifica e dignitosa cittadinanza. Inoltre mancano in città luoghi e progetti oltre gli Oratori che possano proporre nuove forme di aggregazione,
interlocuzione e animazione sociale investendo nell’enorme sacche di vuoto che i ragazzi hanno nel tempo libero.
La domanda che mi pongo è chi si stia impegnando oggi nel proporre percorsi positivi e costruttivi nel tempo scuola e nel tempo libero e cosa invece stia facendo il mio Comune di residenza in merito alle
problematiche dell’integrazione e del confronto culturale, quali progettualità educative si stia mettendo in pratica per contrastare fenomeni antisociali, di razzismo e di violenza.
La campagna informativa e politica che ormai aleggia per le nostre vie propone una pressione continua nei confronti dei cittadini cassanesi di origine e nazionalità straniera, cosa che ricorda l’esperienza degli ebrei prima, dei veneti, dei meridionali, dei nordafricani,albanesi e rumeni poi.
Da mesi oramai si leggono per le vie del paese provocatorie frasi fasciste anche su edifici di proprietà comunale, in luogo di forte passaggio che altro non fanno che insinuare sotto traccia una cultura
dell’odio, dell’intolleranza che mano a mano diventa prassi, dalle parole ai fatti come nel caso dell’aggressione di sabato scorso.
Per questo chiedo da cittadino cassanese che da subito vengano cancellate tali scritte,che da subito si promuovano le iniziative in atto per l’educazione e il confronto interculturale e che venga
convocato un consiglio comunale straordinario per testimoniare la più ampia solidarietà umana da parte dei cassanesi ai ragazzi colpiti da questa vile aggressione, iniziativa da aprire anche alla
partecipazione degli studenti delle scuole cittadine, per analizzare il gravissimo episodio di intolleranza e raccogliere idee, impegni e proposte di integrazione e confronto anche dalla cittadinanza, dalle
associazioni e dalla società civile.
Cordialmente,

Stefano Bottelli

Co-firmatari: Giorgio Finolezzi Marco Canil
Serena Bottelli Gaia Lavinia Ghizzi

Stefano Bottelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.