Ricerca

» Invia una lettera

Sull’ASC di Samarate

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 dicembre 2009

Ho avuto modo di seguire con interesse la serata del consiglio comunale di Samarate con all’ordine del giorno la destinazione dell’avanzo comunale, con parziale utilizzo a ripianamento della perdita riguardante il bilancio di ASC srl (azienda servizi comunali)
Gli interventi dei Consiglieri di opposizione, che si sono succeduti, hanno contribuito nello sviluppare diverse tesi e rappresentare l’azienda sotto alcuni aspetti.
Ci sono analisi, come quelle riguardanti l’interpretazione dei dati del consuntivo ASC srl, che fanno riferimento alla precaria situazione economica dell’azienda.
C’è quindi una dimensione che esula dal contesto centrato sulle rilevazioni prettamente contabili ma riconducibile alle responsabilità della strategia aziendale di questa maggioranza di centrosinistra.
Mi induce a questa considerazione l’aver esaminato nel dettaglio i settori dell’azienda, riclassificando e interpretando i dati che formano il conto economico della società.
Una riduzione degli elementi positivi economici del settore di punta della società (farmacie), solo in parte attribuibili al mercato, hanno contribuito a generare nella loro funzione positiva, da sempre elemento di compensazione aziendale, un ulteriore fattore negativo di esercizio, mitigato da una operazione contabile attribuita al settore acquedotto, tecnicamente una sopravvenienza, che ha contribuito a ridurre la perdita complessiva.
Penso che la politica abbia un peso in questa situazione perché credo debba saper dare un contributo, attribuendo un supplemento di riflessione ai suoi rappresentanti (consiglio di amministrazione) per fornire il giusto peso alle scelte economiche.
Operare in un’ottica di competitività, nello spirito come se l’azienda fosse la propria, considerando nel merito gli effetti condizionanti di ogni scelta economica e valutarne attentamente i riflessi evolutivi, credo che agire in questa ottica, sia ragionevole supporre che i fattori economici possano essere rimodulati con un criterio funzionale all’azienda.
Sostenere il fatturato, cioè mantenerlo ai livelli del 2007 e non perpetuare nella linea di condotta in questo consuntivo, è un processo di politica economica che richiede un costante controllo gestionale comparativo, attraverso elementi revisionali formati sulla base delle scelte passate consolidate e riviste in funzione degli obiettivi programmati (budget).
Ciò implica da un lato un investimento informatico gestionale e dall’altro una più incisiva politica di vendita orientata costantemente a soddisfare le esigenze della clientela su diversi livelli: il farmaco e i prodotti legati alla persona.
Senza voler negare la funzione essenziale del medico rispetto a quella commerciale, comprendendo come l’ampliamento e la presentazione dei prodotti legati alla persona non banalizzi la sua funzione, ma anzi la valorizzi. Ciò impone, tuttavia, di acquisire anche nuove competenze su altre categorie di prodotto, soprattutto quelle legate al benessere fisico.
Dimensionare la superficie di vendita si lega al concetto di marketing nella sua funzione di presentazione del prodotto tale per cui contribuisca a sollecitare, da parte della clientela, un comportamento di osservazione e di acquisto; politica ormai consolidata nei supermarket.
 
Il servizio idrico, altra divisione importante della società da sempre sotto osservazione, comprende la gestione dell’acqua e dei servizi di fognatura-depurazione e rappresenta il settore di maggiore criticità dell’azienda.
E’ una politica, quella della gestione dell’acqua, che da anni si è sempre orientata al mantenimento del prezzo politico, generando le perdite di cui ai ripianamenti di un anno dopo l’altro.
Le operazioni che hanno limitato la considerevole perdita complessiva dell’esercizio 2008, sono, da un lato il risultato positivo delle farmacie, in forma inferiore agli anni precedenti, dall’altro l’operazione contabile di rilevazione dei ricavi relativi gli anni 2006 e 2007, operazione che ha prodotto la sopravvenienza già indicata; provvedimento criticato sotto diversi aspetti che ha generato proteste della cittadinanza.
Però la sola analisi dei dati complessivi dell’azienda non è sufficiente per rendere visibile il risultato negativo, occorre fare una successiva considerazione.
Lo stretto legame esistente nei rapporti fra la società e il comune, impone un’attenta analisi di relazione fra i due sistemi contabili. Pur nelle differenze di gestione contabile fra un sistema e l’altro, di competenza per l’azienda e di competenza finanziaria per il comune, è possibile mettere in relazione i due sistemi con lo scopo di evidenziare le perdite complessive (ASC + Comune), le quali risultano di gran lunga superiori; il che ha una certa rilevanza, soprattutto per capire le dimensioni del fenomeno.
Questa politica dimensionata, a livelli più contenuti, è stata attuata anche dalle precedenti amministrazioni in funzione all’esigenza di muoversi in due principali direttrici: il fattore tributario e l’esigenza vincolante amministrativa comunale alla quale la nostra amministrazione è sottoposta (patto di stabilità).
 
Con i primi mesi dell’anno prossimo, sulla base di accordi con l’ATO (autorità territoriale ottimale), il servizio idrico uscirà dalla sfera di competenza di ASC srl per entrare nella gestione di competenza di altre società a livello provinciale (società patrimoniale e di gestione). I riflessi di questa scelta saranno riscontrabili nel prossimo bilancio 2010 e, sulla base delle analisi economiche, la prossima amministrazione potrà rimodulare la politica aziendale.
 
 
Silvano Cappelletti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.