Ricerca

» Invia una lettera

Tagliano le pensioni, ma spendono 38 miliardi di euro per nuovi aerei militari!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 agosto 2011

Gentile Direttore,
guardando Rainews 24 ho appena visto scorrere una ‘informazione: “Calderoli propone di rivedere le pensioni di reversibilità e le indennità di accompagnamento”
Ora, una buona volta per tutte bisogna che questa gente la smetta di dire stupidaggini almeno sino a quando, sempre questa gente, continuerà a percepire vitalizi dopo BEN cinque anni di contributi contro i 35/40 delle persone comuni. Comincino con il rivedere le loro di pensioni e benefit vari e poi ne riparleremo; ora non sono titolati a farlo!
Io ho iniziato a lavorare a 13 anni, e naturalmente in nero,ho proseguito per altri anni sempre in nero; poi ho lavorato regolarmente inquadrato per altri 39 anni, studiando pure la sera sputando sangue e sono riuscito ad andare in pensione a 59 anni d’età.
Purtroppo, sebbene mi piacerebbe non posso pagare il “contributo di solidarietà” nel del 5% né tantomeno del 10% non raggiungendo purtroppo i redditi previsti.
Nei miei contributi era compresa pure una quota per la eventuale “reversibilità” ed ora la si vuole rivedere? Ma per favore, basta!!!
Circa le indennità di accompagnamento ne ho esperienza personale in quanto mia suocera rientra nella categoria per cui ne ha diritto; è assistita da una badante che percepisce 1300 euro mensili + contributi (noi l’abbiamo messa in regola, ovviamente) mentre la sua pensione e l’accompagnamento non raggiungono i 1000 euro mensili.
Mi fa poi specie sentire gli strilli d’aquila di coloro che “dovrebbero” essere chiamati a partecipare con il contributo di solidarietà e dei calciatori che pretendono che il contributo non sia a loro carico. Vedremo come andrà a finire.
Nessuno poi, ad eccezione di Di Pietro, parla delle vergognose spese militari che, secondo una notizia di ieri ammonterebbero ad ulteriori 38 MILIARDI DI EURO da spendere per l’acquisto di aerei da caccia, elicotteri, sommergibili e quant’altro, oltre alle spese già in corso e di ignoto importo per le missioni di guerr…pardon…di PACE in giro per il mondo!. Ma siamo diventati una nazione guerrafondaia? Ma è stata tolta dalla Costituzione la norma per cui “l’Italia ripudia la guerra?”
Si vergognino un po’ tutti. Questa volta sono davvero molto, molto ma molto arrabbiato!!!
Spero che finalmente gli italiani la prossima volta vadano a votare in massa e si diano da fare per cambiare radicalmente le persone che ci governano.
Cordialmente

Carlo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.