Ricerca

» Invia una lettera

Trasporti a Gallarate, risposte inaccettabili da Amsc

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

8 gennaio 2010

Egregio Direttore,

sono veramente stupefatto per il tono e il contenuto dell’intervento a firma del Coordinatore Esercizio Trasporti AMSC Gallarate, signor Francesco Servidio.

Sono anch’io un genitore di due studenti che si avvalgono del servizio di trasporto urbano gestito da AMSC e devo dire che le giustificazioni addotte dal signor Servidio mi sembrano addirittura aggravare i rilievi in merito a una scelta gestionale che un lettore ha avuto la bontà di definire eufemisticamente come "stravagante" ma che io non esiterei a chiamare in modo ben più pesante.

Le giustificazioni di AMSC riguardo alla trovata di riservare le corse "bis" solo agli studenti abbonati si basavano su due "ragionamenti": perchè i possessori di regolare biglietto rischiavano di togliere il posto agli abbonati e perchè fra di loro c’erano anche persone che il biglietto non l’avevano.

L’idea di dimensionare il servizio sulle necessità dell’utenza (anzichè farli circolare vuoti nelle ore morte) e soprattutto di controllare i biglietti – magari saltuariamente alla fermata davanti alla scuola – non era evidentemente praticabile per AMSC.
L’azienda sostiene comunque di avere sempre accettato i non abbonati, contraddicendosi e contravvenendo, nel concreto, alla regola che aveva essa stessa instaurato.
Ed anche questa è una bella dimostrazione di coerenza.

AMSC giustifica poi la sua attuale retromarcia con due motivazioni. "La prima oggettiva e concreta: le corse di linea che collegano i principali plessi scolastici, in alcuni casi, non prevedono orari compatibili con il termine delle lezioni. La seconda è invece da individuare nell’opportunità di svelenire le polemiche subito accese sull’argomento e riconducibili, almeno in parte, al clima di pregiudizio e di scarsa fiducia oggi riscontrabile nei confronti delle Aziende di pubblici servizi di Gallarate".

Mi sembrano due argomentazioni significative dello stato di confusione aziendale.
In merito alla prima non possiamo che chiederci perchè non siano stati controllati prima gli orari delle corse di linea e ci siano voluti più di tre mesi per accorgersi che non erano compatibili con le lezioni.
In merito alla seconda non possiamo dire altro che questa ennesima figuraccia (dopo quelle della piscina di Saltrio, del parcheggio di via Bonomi, dei buchi di bilancio, delle pubblicità inutili, del concorso farsa che aveva nominato Direttore il Presidente che si era scelto i giurati) giustifica senz’altro la scarsa fiducia dei cittadini gallaratesi nei confronti di AMSC.

In conclusione il responsabile dei trasporti AMSC, signor Francesco Servidio, invita ironicamente i cittadini che lo criticano ad andare nel suo ufficio con suggerimenti e proposte.
Mi sembra doveroso rispondergli che, occupando sicuramente questo posto grazie a un regolare concorso per titoli ed esami, il signor Servidio non dovrebbe certo aver bisogno di consigli in merito alla conduzione del servizio.

L’ultima stoccata del signor Servidio, che ricordiamo candidato non eletto alle ultime elezioni comunali e circoscrizionali nella lista governativa, riguarda i presunti interessi politici di chi critica AMSC.
Per quanto mi riguarda mi accontenterei di non dover pagare il deficit di queste aziende pubbliche e di ricevere un giusto servizio al giusto prezzo.
Un cordiale saluto.

Roberto Macchi - Gallarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.