Ricerca

» Invia una lettera

Trattati male al bar perchè avevamo i bambini

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 dicembre 2009

Gentile redazione,
Periodo di festa, maggiore voglia di uscire, festeggiare, fare 2 chiacchere tra amici…si’ ma dove per chi come noi ha bambini e una  casa non sempre abbastanza grande per accogliere altre famiglie?e li’
parte la ricerca del locale dove sia PERMESSO portare anche i piccoli senza subire gesti di insofferenza ,occhi al cielo e maleducazione da parte di chi e’ nei licali(bar, ristoranti..) a lavorare o a gestire.
Potrei citare tantissimi episodi di questo tipo, ma veniamo  all’ultimo:giorno di S.Stefano, pochi bar in centro a Busto Arsizio  aperti, decidiamo di prendere qualcosa da bere noi adulti e un po’ d’acqua per i bambini che la chiedono.Siamo 6 adulti e 4 bambini tra i 4 e i 9 anni piu’ un piccolo di 9 mesi in passeggino.Entriamo in un bar della via centrale pochi minuti dopo le 6, il posto c’e’, veniamo fatti  sedere in un tavolo tra la cucina e il bagno ma comunque spazioso per  tutti. Nel frattempo, veniamo guardati con insofferenza per prima cosa per il passeggino, ma viene messo in un angolo e non da fastidio a nessuno
davvero. Leggiamo che dopo le 18 comunque l’aperitivo ha un costo fisso, ok pensiamo aperitivo per i grandi e acqua per i piccoli.niente da fare, ogni bambino deve consumare qualcosa per una cifra di minimo 7 euro, anche l’acqua costa cosi’ "politica del locale" dice la cameriera. Facciamo notare che la consumazione non e’ scritto da nessuna parte essere obbligatoria e insistiamo per avere i nostri aperitivi e
l’acqua. I bambini erano tutti seduti, fermi , parlottavano tra loro. Non sto quindi ponendo il caso di bambini che schiamazzano, corrono e danno fastidio, solo bambini assetati da un sacco di corse nella piazza.
A quel punto la titolare interviene spazientita, sostiene che tutti debbano consumare,"non possiamo occupare il tavolo in 10 e consumare in 7" "che sta al buon senso dei genitori non portare li’ bambini a quell’ ora" "e il mancato guadagno chi lo copre"…Insomma sono volate anche parole un po’ pesanti, ma davanti all’ arroganza, la maleducazione non potevamo che dare un buon esempio ai nostri bambini che guardavano allibiti.Alla fine siamo stati anche mandati via in malo modo!!
Signori commercianti, cercate di capire che con il vostro comportamento ghettizzante non rendete una bella immagine di voi, del vostro esercizio ne’della vostra citta’!!
E voi genitori, evitate anche quando siete soli di entrare anche solo per un caffe’ nei posti dove l’atteggiamento e’ "voglio solo 1 cliente di un certo tipo, chi mi crea qualche piccolo fastidio, fuori", anzi
dovrebbe funzionare una sorta di tam tam tra persone di buon senso che frequentano posti pubblici di buona qualita’ per tutti!!
Buona giornata

Alessia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.