Ricerca

» Invia una lettera

Un anno d’attesa per una visita cardiologica

ospedale varese
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

9 maggio 2017

Lettera aperta al Presidente della Regione Lombardia

Egregio Avv. Roberto Maroni,

sono un cittadino italiano residente in questa Regione da 60 anni (ne ho quasi 78) e mi piacerebbe starci ancora per un po’, finché il buon Dio vorrà. Mi sembra invece che voi Amministratori facciate di tutto per accorciare la durata della vita di noi anziani. Sino alla pensione (all’età di 67 anni) sono stato abbastanza bene, mentre poi ho avuto alcuni problemi di salute, alcuni risolti altri che ancora permangono e che richiedono cure continuative e controlli periodici. Per questi vengo seguito dalla Cardiologia dell’Ospedale di Circolo di Varese, dove  sono stato ricoverato due volte (2007 e 2014).

Ora per un controllo cardiologico presso quella struttura specialistica,  prescrittomi dal medico curante,  mi viene PRENOTATA LA VISITA FRA UN ANNO.

Ma vi sembra possibile che vi siano così LUNGHI TEMPI DI ATTESA per patologie che richiedono un costante controllo, anche ai fini di una corretta prevenzione ? Ed è proprio impossibile stabilire di volta in volta la data del controllo successivo ?

Anziché pensare a costruire con enormi spese nuovi ospedali (i contenitori) non sarebbe preferibile e più utile per gli utenti concentrare le risorse finanziarie sui “contenuti”, assumendo nuovo personale medico e paramedico per incrementare visite specialistiche ed esami strumentali, come ecografie, radiografie, TAC, elettrocardiogrammi ecc, anche aumentando l’arco lavorativo giornaliero (estendendolo magari alle ore serali) ?  Perché queste lunghe liste di attesa sono esasperanti e nocive per la salute di molti Cittadini, soprattutto per quelli che necessitano di cure tempestive e per fasce sociali economicamente  più deboli che non hanno la possibilità di accedere a prestazioni private.

   Le chiedo, egregio signor Presidente, di voler cortesemente rispondermi, eventualmente anche tramite l’Assessorato competente, perché quanto ho scritto interessa anche moltissimi Cittadini lombardi che si trovano in precarie condizioni di salute.

Distinti saluti.

Martino Pirone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.