Ricerca

» Invia una lettera

Una “nucleare” presa in giro

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

20 aprile 2011

Oggi accendo il cervello e mi bastano 10 minuti per sintetizzare quanto segue:
 
Tick!
 
Ci hanno detto che il sole è comunista. Chi installa il fotovoltaico a casa propria è più rosso di un braciere incadescente. Perchè questi sovversivi bolscevichi dovrebbero prodursi da soli la propria energia?
 
Ci hanno detto che chi, in modo totalmente legittimo, usufruisce degli incentivi statali sulle energie rinnovabili va a minare e carica il peso delle bollette di tutti gli italiani.
 
Ci hanno detto che il fotovoltaico costa troppo e rende poco.
 
Ci hanno detto che il solare-termico in inverno è totalmente inutile.
 
Ci hanno detto che i pannelli solari sul tetto deturpano il paesaggio, molto meglio l’edilizia selvaggia e la cementificazione.
 
Oggi è nato un apparente voltafaccia completo al nucleare invece da parte del ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani. "E’ adesso importante andare avanti e guardare al futuro, impiegando le migliori tecnologie disponibili sul mercato per la produzione di energia pulita, in particolar modo per quanto riguarda il comparto delle rinnovabili e dell’energia verde".
 
Ah ecco, in odore di voto, hanno anche annullato il referendum.
 
Ah ecco mi sembra una nucleare presa per il culo.
 
Spento…..beeeeeeeeeep………….
 
(tutto in 10 minuti)
Felice Griffi - Tradate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.