Ricerca

» Invia una lettera

Vandali all’oratorio di Abbiate, non solo furti di caramelle

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 marzo 2005

Egregio Direttore,
con questa mia lettera intendo segnalare l’ennesimo furto compiuto da ignoti ai danni dell’oratorio di Abbiate Guazzone. Scrivo ennesimo poichè si tratta del settimo (con relativa denuncia ai Carabinieri) nel giro di due mesi e preciso che oggetto dei furti è stato finora il bar e il relativo magazzino.

Non intendo dilungarmi con i dettagli della refurtiva poichè a parte i televisori pìù volte rimpiazzati si tratta sostanzialmente di caramelle e dolciumi vari. In realtà sono i serramenti danneggiati, le porte divelte e i vetri rotti il danno maggiore.

Non voglio neanche stare a sottolineare lo scoraggiamento di chi, impegnato come volontario nel mantenere vivo l’ambiente, viene sottoposto ormai settimanalmente al computo dei danni e alla conseguente burocrazia. Chi lavora in oratorio lo fa solo come attività di volontariato e credendo nella positività di un tale impegno verso gli altri. La passione che ci mette viene solo in parte scalfita da questi fatti.

Vi è il sospetto che a compiere questi furti sia una banda di ragazzini, che probabilmente vede anche nei tentativi di proteggersi una sfida alla loro abilità.
Quello che mi preme sottolineare è l’impotenza e la rassegnazione delle Forze dell’Ordine di fronte a tutto ciò. Mi chiedo come sia possibile pretendere di ottenere la soluzione di casi veramente complessi quando in due mesi non si è fatto un solo passo nel tentativo di sgominare “la banda delle caramelle”.

Capisco che di fronte ai gravi fatti di cronaca quotidianamente presentati dai mass media, queste siano marachelle di paese, ma sono realmente importanti per chi vi è coinvolto.
Poichè pochi sono al corrente di questa situazione: nessun giornale locale o on-line ne ha parlato, e anche il parroco si è sempre dimostrato restìo a rendere edotta la comunità vi chiedo di dare visibilità ai fatti in modo da consapevolizzare chi vive la realtà dell’oratorio abbiatese e l’intera comunità cittadina in modo da concorrere alla risoluzione del problema.
Grazie

Matteo Colombo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.