Ricerca

» Invia una lettera

Varese è Land of traffic

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 maggio 2013

Salve,

volevo segnalare la pericolosa mancanza di segnaletica in alcuni punti cruciali per la viabilità di Varese:
 

1) largo Flaiano-via Autostrada-via Magenta

come si può notare dalla documentazione fotografica allegata, entrando in Varese da viale Borri (fig. Flaiano1) ed uscendo da Varese da via Magenta (fig. magenta1) la segnaletica impone di distribuirsi su due corsie, ma non vi sono cartelli di preselezione, ovvero non si informano i conducenti sulle direzioni che si possono seguire in base alla corsia in cui ci si immette. I cartelli direzionali sono posti solamente in corrispondenza dell’incrocio, nel lato più lontano dall’occhio (fig. magenta2, flaiano2): in questa posizione non sono solo inutili, ma anzi DANNOSI in quanto i conducenti che si accorgono di aver sbagliato corsia commettono infrazioni per raggiungere destinazioni non consentite, creando pericolo e incidenti. Inoltre, per quanto riguarda l’ingresso in autostrada, non è chiaro ai conducenti che quella strada sfocia direttamente nell’autostrada senza possibilità di uscita, con i limiti alla circolazione che ne conseguono.
 

2) via Gasparotto in uscita da Vareseconfluenza tra la SP341 e la SP17.
 Quell’incrocio sotto il ponte è pericolosissimo ed è stato teatro di innumerevoli incidenti, anche con morti. Anche qui nessun cartello di preavviso (fig.gasparotto1). I conducenti arrivano indecisi in un incrocio con caratteristiche strane (strada con diritto di precedenza che curva in salita, presenza del ponte) senza sapere dove andare. I cartelli sono situati sotto al ponte, in un punto buio e non sono visibili se non quando la decisione di svoltare doveva essere già presa (fig. gasparotto2). Qui servirebbero dei cartelli di preavviso e dei segnali luminosi che segnalino le corrette precedenze.
 

3) via S.Antonio verso p.zza della Motta/piazza Repubblica: nessun cartello di preavviso. Cartelli direzionali sulla cuspide del bivio, che generano cambi di corsia improvvisi e incidenti. Aggravante, mancano cartelli direzionali a più ampio raggio (Milano, Como, Autostrada, ecc), considerando che le due direzioni immettono in due anelli a senso unico, se si sbaglia direzione si crea traffico inutile per ritornare nello stesso punto.
 

Potrei citare almeno una decina di altre situazioni analoghe in città. Questo dimostra quanto Varese sia una città per i soli varesini che la conoscono, per nulla attenta a chi viene da fuori, poco "Land of Tourism" ma molto "Land of traffic" e anche "Landofnoialtrivoistateveneacasacheèmeglio". 

Mi rincresce constatare che con un piccolo sforzo si potrebbero migliorare alcuni ambiti della viabilità ed evitare tanti incidenti, e salvare alcune vite. Evidentemente all’amministrazione comunale non importa oppure non ha personale competente (questo nel privato significa LICENZIAMENTO), le forze dell’ordine che redigono i verbali degli incidenti mortali non si sono mai accorti di queste mancanze, ci vogliono i cittadini ignoranti come me che hanno a cuore la vita propria e del prossimo. 

 
Cordialmente
 
MC

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.