Ricerca

» Invia una lettera

Varese Europea riparte davvero?

Giardini estensi dicembre
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 giugno 2016

La riorganizzazione del nuovo superassessorato del Comune di Varese ,basata su principi di efficienza e funzionalità, dovrebbe esaminare l’orario feriale estivo in vigore dal 27 giugno al 27 agosto 2016 riguardante il trasporto pubblico varesino e valutare anche le proposte concrete avanzate da coloro che lo utilizzano quotidianamente.

La città che si vuole collocare fra le prime 10 turistiche in Italia ha due zone nevralgiche riguardanti il trasporto pubblico e precisamente Piazzale Kennedy e Corso Moro.

L’importanza che avrà Piazzale Kennedy alla fine del 2017 è stata evidenziata in una lettera inviata il 5 marzo scorso e l’impegno per accogliere con strutture più decorose e funzionali le migliaia di turisti e passeggeri in transito sembra già rientrare nei programmi della nuova amministrazione civica.

Da corso Moro passano tutte le linee di autobus cittadine, con l'eccezione inspiegabile della linea O che propone 12 corse di collegamento fra Piazzale Trieste e il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Circolo, fra le 8.10 e le 19.20, in orari utili per accedere agli ambulatori e alla visita dei degenti.

La fermata di corso Moro consente di osservare in alcuni orari il passaggio in contemporanea di autobus che transitano per lunghi tratti sullo stesso percorso, ad esempio le linee A – B – C – Z, causando eccessivi tempi di attesa soprattutto nelle giornate festive quando il servizio è ridotto.

Dal cuore della cultura europea , grazie alla collezione Panza, espressione artistica di unione fra America ed Europa , le 19 corse feriali della linea A, permettono il collegamento fra Biumo Superiore e il centro di Capolago fermandosi a meno di 500 metri dalla SP1, accanto alla quale si snoda la pista ciclopedonale del lago.

Spostare il capolinea all’altezza della SP1 potrebbe favorire l’accesso alla pista ciclopedonale ed anche offrire l’opportunità di raggiungere il centro città ai numerosi frequentatori e ai pendolari.

La linea B unisce il quartiere Sangallo a via Corridoni: 18 corse fermano ad un capolinea inutilizzato, perché situato in una stretta e pericolosa zona trafficata senza abitazioni, mentre con un prolungamento di circa 1 km si potrebbe arrivare alla strada provinciale del lago, utilizzando l’attuale rotonda per ritornare verso Varese.

Il capitolo dolente è la linea C che unisce Bizzozero al Sacro Monte ed anche nel periodo estivo vede gli stessi orari invernali, dimostrando trascuratezza verso potenzialità turistiche offerte da cambi di stagione o da eccezionali avvenimenti come EXPO e Anno Giubilare.

Vengono offerte 16 corse giornaliere ai turisti privi di auto per visitare un gioiello dell’Unesco fra le 8 e le 20 sacrificando le potenzialità economiche del borgo e la possibilità di ammirare la bellezza di aurore o tramonti in una località definita il più bel balcone di Lombardia.

Nel 1817 lo scrittore francese Stendhal, autore di celebri romanzi come La Certosa di Parma e Il Rosso e il Nero, proprio al Sacro Monte, dove soggiornò e visse una turbolenta storia d’amore, così descriveva ai suoi amici la scoperta del Varesotto e dei suoi laghi: “ Visione magnifica! Al tramonto del sole si vedevano sette laghi: Credetemi si può percorrere tutta la Francia e la Germania, ma non si potranno mai provare simili sensazioni.”

Molto scarso è il servizio della navetta CF diretta al Campo dei Fiori con le solite 4 corse giornaliere delle 9.53, 11.53, 13.53, 17.53, che ignora la presenza di un autobus che giunge privo di passeggeri al capolinea del Grand Hotel per effettuare la prima corsa delle 7.13.

Solamente nel periodo dal 25 luglio al 30 agosto da piazzale Pogliaghi partiranno 9 corse nei seguenti orari: 7.07, 8.09, 9.29, 10.51, 12.31, 14.11, 15.31, 16.51, 17.51.

L’appuntamento con le 8 serate del festival culturale alla terrazza del Mosè tra il 5 e il 28 luglio verrà ancora una volta disturbato dal caos automobilistico causato dall’assenza di un servizio di trasporto pubblico serale. La gratuità degli spettacoli e dell’unico autobus messo a disposizione dalla Ditta Morandi non riesce ad evitare il parcheggio selvaggio e la arrogante maleducazione di coloro che occupano abusivamente posti disponibili secondo l’ordine d’arrivo.

Cordiali saluti.

De Maria Domenico

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.