Ricerca

» Invia una lettera

Via Craxi: non è il caso né il momento

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

5 gennaio 2010

 Caro direttore,

Moratti, probabilmente per far contento qualcuno, ha avuto l’ idea poco brillante di rispolverare la decisione di intitolare uno spazio a Bettino Craxi.
Il caso Craxi è controverso, sia per il personaggio sia per il contesto. Per questo è un’dea che non condivido, non tanto perchè Craxi morì latitante in Tunisia, la reazione che ebbe il leader socialista verso la giustizia secondo me non fu dettata dal fatto di "volerla fare franca", ma perchè, sempre opinione mia, era convinto di aver agito per il bene del suo partito e del paese e di non essere stato capito e quindi tradito; non la condivido perchè perpetuerebbe uno scontro politico sempre latente, non contribuirebbe certo alla distensione degli animi, soprattutto non sarebbe di alcun aiuto ai suoi successori.
Non mi sembra il caso nè il momento.
Piuttosto non capisco perchè i socialisti non riescano a "ripartire" da sè senza dover passare per forza da una rivalutazione di Craxi, quasi che il futuro dipendesse dal passato.
Danno l’impressione di essere incapaci di affrancarsi dal loro compianto leader e a mio avviso questo è un grave limite.
Craxi ebbe dei meriti politici, ne ebbe anche uno umano che gli fece onore nell’essersi staccato dal coro quando Moro era ostaggio delle Brigate Rosse (e non solo), ma ebbe anche la colpa di aver sconfinato nell’illecito. Non fu un manigoldo da quattro soldi ma nemmeno un eroe, non fu un ladro di periferia, ma nemmeno un martire; fu un personaggio di grande carisma e personalità che commise degli errori, continuo forse erroneamente a pensare, senza molta consapevolezza. Non occorre commemorarlo con una via, lasciamolo ai libri di storia, credo sia un bene per tutti, anche per il suo ricordo.
Roberta Lattuada

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.