Ricerca

» Invia una lettera

Via Gioberti e le ferrovie, una farsa annunciata

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 aprile 2007

Egregio Direttore,

nato, cresciuto e vissuto per 40 anni in Via Gioberti-Busto Arsizio – Lombardia -Italia, fuoriuscito per scelta verso altri lidi, mi tocca di assistere ad un melodramma annunciato e del quale l’ineluttabile finale (ovvero, nulla di meglio rispetto allo scempio pianificato) mi spinge a qualche considerazione:

– chiunque avesse speso un minuto per guardare il progetto dei raccordi ferroviari “X” , “Y” (e “Z”, a venire), inviato ai residenti gia’ nel 2003 dalle FNM, avrebbe dovuto nutrire perlomeno dei dubbi sullo scopo finale dell’operazione, nonche’ sull’effettivo “buon senso” della triade Comune di Busto; FNM; FS (adesso RFI); mi torna in mente il faraonico tunnel di Castellanza, sulla cui utilita’, opportunita’ e costi si potrebbe e dovrebbe scrivere un libro. Ai tristi tempi dei “perfidi socialisti” (e’ storicamente e processualmente provato…) esisteva una “percentuale” del 10-15% sullo speso. Adesso, (forse) no.

– nella buriana annunciata (e come previsto, in corso) ci guadagna soltanto la spettabile Ditta bustocca che ha costruito un reparto, pian pianino ed a piu’ riprese, ed alla faccia degli altri residenti, strabordando direttamente su terreno demaniale (di proprieta’ FS), senza che nessuno abbia detto beh… la ciliegina sulla torta sara’ che il muro perimetrale della Ditta in oggetto, attualmente afflitto da crepe provocate dal muraglione del raccordo ferroviaro in costruzione, verra’ rispristinato a spese dell’impresa appaltante; ovvero, con i soldi dei contribuenti.

– sono convinto che la stampa locale si dovra’ in futuro occupare dei probabilissimi incidenti che verranno causati dallo “strano” nuovo assetto stradale creato a contorno dei raccordi ferroviari; leggasi: doppia curva ad angolo retto in discesa da via Ca’Bianca verso la nuova rotonda, e viceversa. La rotonda medesima e’ a sua volta situata, per chi arriva da entrambe le direzioni, alla fine di una rampa senza potere essere vista in anticipo; etc.. Andare a vedere per credere!
– ci sono gia’ state due vittime nel corso dei lavori, passate inosservate ed immolate sull’altare della polemica in corso tra residenti e la ditta appaltante. Trattasi di due galline bianche di bell’aspetto (e probabilmente buon sapore…) che scorrazzavano impunemente negli scavi: sparite nel nulla! Ma di questo forse scrivero’ a “Chi l’ha visto?”!

Quanto sopra, tanto per finire in burla una ennesima “tragedia padana”.

Cordiali saluti ed ossequi

Franco Rimoldi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.