Ricerca

» Invia una lettera

Via Gioberti: «il progetto non è mai cambiato»

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 aprile 2007

In risposta all’articolo apparso il 17/04/2007 su un quotidiano locale: “l’ex Sindaco Tosi: in Via Gioberti modificato il progetto”.

Le parole pesano. Soprattutto in un clima rovente come questo. Soprattutto se non supportate da fatti o documenti.
Il progetto di raccordo RFI – FNM, nel punto riguardante l’interruzione di Via Gioberti, non ha MAI subito variazioni in tutto il suo lunghissimo iter.

Il progetto iniziale, quello definitivo e quello attuativo sono identici. Ne possediamo copia.

Come possediamo copia della lettera inviata a FNM ed al Sindaco di allora, Gianfranco Tosi, datata 22 marzo 2001, in cui si esponeva il grave disagio dovuto all’interruzione, senza che fosse previsto un sovrappasso ad uso della popolazione anziana residente, priva di mezzi di trasporto.

In entrambi i casi il nulla ci rispose col silenzio.

Ci recammo in delegazione più volte in sede FNM, per ribadire il problema e chiedendo una soluzione accettabile e vivibile: venne proposta la passerella in acciaio a gradini.

Disperati, inviammo una nostra rappresentanza a colloquio con l’allora Sindaco, Gianfranco Tosi.
Venne ricevuta. Daccapo espose la gravità della questione e, progetto alla mano, spiegò che non si trattava di un triangolo chiuso metaforicamente, ma realmente, parlò degli anziani, ribadì l’assurdità del nuovo accesso lungo 2 Km con due rotonde, di cui una in quota, contestò la pazzia di una passerella a gradini alta 3 metri e mezzo sui binari. Tutto ciò senza contare lo scempio ambientale che la riattivazione del raccordo, peraltro fortemente voluta dall’ex Sindaco, Gianfranco Tosi, avrebbe provocato.
Se ne tornò con l’unica, verbale, assicurazione che “sarebbe stato fatto il possibile, anche in sede di conferenza dei Servizi”.

Tosi sapeva. Tosi sa. Ma Tosi non ricorda.

O ci vuole forse mostrare il progetto delle favole ove Via Gioberti non viene interrotta?

Perché, se si tratta di favole, gliene raccontiamo una noi. Inizia così:

Carissimo Pinocchio…

Firmato:

la Via Gioberti con i suoi disperati, trincerati, ghettizzati, inc… , ma agguerriti abitanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.