Ricerca

» Invia una lettera

Via Veratti, via Sacco ed i semafori

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 ottobre 2007

Al direttore

Premessa: sono tornato a lavorare a Varese dopo due anni di “esilio” milanese, ed uno degli aspetti migliori è la sveglia alle 7, anziché alle 6 meno un quarto, per essere in ufficio comunque alle 8.
Credevo di aver visto il peggio della viabilità sulla gloriosa A8, ma oggi il centro di Varese ha superato ogni record.
Potrebbe anche sembrare un tantinello suicida la scelta di fare lavori chiudendo completamente via Veratti e CONTEMPORANEAMENTE anche la terza corsia di via Sacco (per intenderci, quella riservata agli autobus, dall’angolo con la stessa via Veratti verso il Comune).
Ma, alle 13.02, in pieno esodo da fine delle lezioni, con 7 (SETTE!!!) autobus incollati uno all’altro, lasciare anche il semaforo acceso, a regolare un inesistente traffico che scende da via Veratti… bè…
La coda incominciava all’incrocio delle stazioni. Continuava verso la caserma Garibaldi, di fianco alle Corti, in piazza Monte Grappa, e nella stessa via Sacco.
Mezz’ora secca, da viale Belforte al Comune.
Un vigile? Zero.
Ma mi sento di elogiare i conducenti di quei 7 autobus, che hanno rischiato in almeno quattro occasioni l’incidente con automobilisti imbufaliti, e, ben conoscendo l’ingombro del loro mezzo, hanno contribuito a tenere sgombro l’incrocio.
Non si può certo dire lo stesso della mamma (la suppongo tale) che veniva dalla Camera di Commercio, e aveva negli occhi la stessa espressione della mamma di Bambi prima di venire uccisa. Più, a dire il vero, una puntina di sano odio nei confronti di chi, come me, aveva il solo torto di venire dal verde. Auguro a Mamma Bambi di aver ritrovato nel tumulto il suo cerbiattino, e che lo stesso non sia stato oggetto dell’attenzione di potenziali “offerenti di caramelle”.
E la invito, nelle giornate calde come oggi, di far camminare il cerbiatto, o di farlo salire sull’AVT.

Cordialmente

g.a.r.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.