Ricerca

» Invia una lettera

Viabilità, alleviare il traffico è necessario

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

5 settembre 2006

Come davamo per scontato ci sono problemi sulla nuova viabilità.
E’ comprensibile l’intento di metter mano alla viabilità sommese, viste le migliaia di vetture che vi transitano, provenienti dal Piemonte per Milano o Malpensa, ma anche da Milano per Malpensa ed il Piemonte.
I nuovi modelli lavorativi hanno dato poi impulso a sempre maggiori spostamenti in zone già molte dense dal punto di vista abitativo ma anche sature a causa del numero delle auto ma anche delle insufficienti arterie di comunicazione.
Occorreva provvedere a tempo dovuto, ancora prima dell’apertura di Malpensa, creare una rete viabilistica adeguata e ancor di più a creare collegamenti con mezzi pubblici, agevolando per es. i bus aziendali da e per Malpensa da noi proposti, purtroppo né le amministrazioni comunali hanno mai risposto ma neanche Sea ha mai brillato su questi temi.
Ora ci troviamo ad un tentativo per alleviare la morsa del traffico.
La viabilità è uno dei nodi principali del nostro tempo, perché va a interferire direttamente con le nostre abitudini famigliari, con i legittimi interessi dei commercianti che pagano le tasse e hanno diritto a mantenere i loro clienti.
Con la nuova viabilità si convoglia il traffico in maniera così pressante da non essere un invito ma una costrizione, e le costrizioni non vanno bene.
Le cose calate dall’alte sono sempre malviste sia a livello governativo che locale, quindi noi proponiamo soluzioni morbide e condivise.
Occorre mettersi attorno ad un tavolo, associazioni dei consumatori, forze politiche e sindacali, commercianti e artigiani, solo per citare alcune categorie, e creare il dibattito all’interno dei quartieri, nei consigli comunali o in altre forme partecipative per allargare al massimo la partecipazione.
Il punto di arrivo deve essere comune e condiviso contemperando le varie esigenze famigliari e professionali, tutte legittime.

E’ evidente, però, che la soluzione principale è la tangenziale sommese, (sul cui percorso i partiti hanno perso tempo) collegata ad altre tangenziali dei paesi attorno ed alle uscite autostradali, altrimenti si rischia di sistemare un anello della catena soltanto, senza coordinamento provinciale e regionale della viabilità: quello è il punto di approdo un piano viabilistico provinciale raccordato e concordato con quello delle altre province lombarde.
Da sola né Somma né gli altri paesi attorno a Malpensa possono farcela a metter ordine nella viabilità.

Giuseppe Criseo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.