Ricerca

» Invia una lettera

Vitalizi e privilegi sono un furto legalizzato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

23 agosto 2011

Egregio direttore,
la strenua difesa dei vitalizi e dei privilegi dei parlamentari, definibili a ragion veduta un furto legalizzato, denunciano una chiara esaltazione dell’egoismo umano alla sua ennesima potenza.
Chi gode di privilegi ha grosse difficoltà a doverlo ammettere e ricorre alle più arzigogolate articolazioni di pensiero per riuscire a giustificare un fatto ingiustificabile anche dal solo buon senso. Per temi come questo non c’è appartenenza politica o ideali che tengano l’unica realtà che emerge è che il privilegio vuole essere mantenuto e se deve essere tolto va tolto ad altri ma non a se stessi.

In un contesto di questo tipo l’unica soluzione sta in una presa di coscienza dei cittadini responsabili che devono pretendere la restituzione del maltolto e una distribuzione più equa delle risorse di cui si dispone. Purtroppo non c’è partito che sia in grado di affrontare questo tema con oggettiva obiettività e, al di là delle enunciazioni di principio, non si vedono proposte concrete o realizzabili; di fatto si rivela sempre più la fotocopia di una situazione che sentiamo denunciare da decenni e a cui non si vuole porre rimedio: le Auto Blu.

I cittadini onesti, che sono stanchi di essere presi in giro, devono pretendere, una volta per tutte, che siano cancellati definitivamente i vitalizi e i privilegi di chi fa politica. A parlamentari & co., come per tutti i lavoratori di questo mondo, va corrisposto uno stipendio pari alle ore in cui sono occupati con un rimborso, previo presentazione di documentazione fiscale, per tutte le spese che devono affrontare nell’esercizio delle loro funzioni. Niente di più e niente di meno.

Le differenze fra cittadini andavano subite durante le monarchie o le dittature ma in Democrazia sono odiose e intollerabili ed è un dovere civico opporvisi.

Alessandro Milani - referente Varese "Italia dei Valori-Lista Di Pietro"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.