Ricerca

» Invia una lettera

Vittorio Arrigoni, lombardo, caduto a Gaza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

15 aprile 2011

Purtroppo le agenzie di stampa e i quotidiani di tutto il mondo hanno diffuso la notizia del barbaro omicidio di Vittorio Arrigoni, figlio di Lombardia, che dalla natia Bulciago era partito anni fa per le tormentate terre mediorientali per testimoniare il suo amore per la Pace e per la Liberta’.
 
Era proprio lui, il Vik di Gaza, ad essere l’unico testimone presente in occasione dell’offensiva israeliana nei confronti di quel territorio e divenne quindi un personaggio molto scomodo per chiunque volesse nascondere che cosa avveniva da quelle parti.
 
Tanto scomodo da subire minacce da tutti coloro che cercavano di contrastare la sopravvivenza di questa enclave palestinese dove l’appoggio popolare ad Hamas costituiva un pericoloso precedente.
 
Alla sua figura rende omaggio oggi il FRONTE INDIPENDENTISTA LOMBARDIA.
 
“Utopia” era soprannominato Lui, sognatori siamo definiti noi …… ma preferiamo considerarci vicini ad un utopista che al freddo mondo “occidentale”, talmente dominato dal Dio Denaro e dai relativi bassi istinti, da dimenticare quali sono i veri Valori. E che fra questi valori quello della Libertà e dell’Autodeterminazione dei Popoli deve essere sempre al primo posto e guidare come la Stella Polare chi si occupa di politica.
PierGiorgio Seveso, Ufficio Politico Fronte Indipendentista Lombardia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.