Ricerca

» Invia una lettera

“Volante nero a Samarate? Non sono d’accordo”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 gennaio 2010

Sono Carlucci Michele, assessore ai Lavori Pubblici del comune di Samarate; ho letto l’articolo sull’assegnazione del volante nero a Samarate da parte dell’associazione famigliari vittime per una strada che non c’è e sono rimasto basito per le dichiarazioni e per il fatto che non ho mai avuto un invito da parte dell’associazione per ragionare sulla sicurezza delle strade a Samarate. Da quando sono arrivato a fare l’assessore nel 2005 ad oggi molte sono state le opere indirizzate alla viabilità sostenibile e alla sicurezza delle strade che sono state realizzate o che verranno realizzate nel giro di qualche mese, ma sono convinto che molto resta da fare per mettere in sicurezza tutto il sistema viario della nostra città.
Questo non può voler dire essere accusati di non voler fare nulla, se si parte da zero in cinque anni non è oggettivamente possibile fare tutto, anche perchè le risorse a disposizione sono veramente poche. Quindi un giudizio modulato nel tempo sarebbe un buon criterio da adottare per vedere se ci sono stati nel frattempo dei miglioramenti, miglioramenti che ci sono stati: i dossi rallentatori realizzati nelle strade cittadine, per mettere in sicurezza anche tutte le entrate delle scuole di Samarate (via Marconi, via Lazzaretto, via Acquedotto, via Papini, incroci via Ferrini e via De Amicis, via Statuto, via Macchi, via Macchi, via Engalfredo, via Cinque Giornate, via Mazzini, via Borsi,via Monte Berico, via Aspesi, via Palestro, via Diaz, via Roma, via Monte Grappa, via Cascina Tangitt). Inoltre sono in corso i lavori di riqualificazione di Verghera anch’essa con dossi rallentatori e un pedibus che collegherà la scuola elementare di Verghera con la scuola media di Samarate pe circa 700 metri, la rotonda incrocio via Diaz-ss341 che aprirà la prossima settimana il cantiere, la realizzazione della strada in località barlocco che metterà in completa sicurezza il quartiere Barlocco dal passaggio dei mezzi pesanti tra le case della frazione. Sono stati approvati per il 2010 i progetti per mettere in sicurezza l’incrocio via Torino-via San Protaso ed è in arrivo nel 2010 la costruzione di un’altra rotonda incrocio via L.Da Vinci-SS341.
Tutte queste opere realizzate o in fase di realizzazione sfiorano i 3 milioni di investimenti, su un totale di 14 milioni di euro spesi per tutte le opere pubbliche spese in questi 5 anni, che per un comune di 16000 abitanti non sono poca cosa.
Samarate ha uno sviluppo di circa 80 Km di strade, non poca cosa anche questo.
Quindi ripeto pur partendo da zero molto è stato fatto, ma molto rimane da fare e le idee non ci mancano, come ad esempio quella di costituire in ogni rione e quartiere delle zone 30 per stoppare l’alta velocità delle auto nei quartieri residenziali, quella di restringere le carreggiate facendo ai lati marciapiedi e/o piste ciclabili, abbellendo anche l’estetica delle strade stesse.
Servono ingenti risorse e quindi bisogna andare per gradi, sapendo che la sicurezza stradale è per me sicuramente una priorità della quale sono personalmente convinto.
Non avendo mai ricevuto un invito ad incontrarci, do la mia disponibilità all’associazione ad incontrarsi per discutere dei progetti che anche loro riterranno di indicare come prioritari ed importanti. Ad esempio la via Verdi che va verso Ferno per noi nei prossimi anni sarà la priorità.
Ribadisco però che non si può assegnare il volante nero solo fotografando un momento, ma bisognerebbe vedere lo sviluppo negli anni. Oggi per vincere noi il volante d’oro (perchè poi non pensare come premio una bicicletta d’oro piuttosto che uno strumento dell’auto), dovremmo avere disponibili e spendibili per sistemare tutto sulla sicurezza stradale almeno 5-6 milioni di euro, che oggi il comune non ha, e quindi per i prossimi 5 anni saremmo sempre insigniti del volante nero.
 
Distinti saluti
Michele Carlucci Assessore Lavori Pubblici Samarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.