Ricerca

» Invia una lettera

Zocchi: “Percepisco il vitalizio, ma ho versato i contributi volontari”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

21 agosto 2011

Gentile direttore,

Ho letto in ritardo l’articolo scandalizzato e scandalizzante sui vitalizi degli ex parlamentari, tra i nomi dei quali il mio è stato messo in particolare rilievo, forse per una forma di poca simpatia che io suscito nel suo giornale e della quale non mi è dato conoscere i motivi, e desidero fornirle alcune precisazioni, in modo che le sia possibile informare con ancora maggiore consapevolezza i suoi lettori.
Il "vitalizio" destinato agli ex parlamentari deriva da un fondo che è alimentato, per il periodo della durata in carica, da trattenute sulla busta paga e da contributi della struttura (camera dei deputati, nel mio caso); al momento della cessazione dal mandato, viene proposta ad ogni ex parlamentare la scelta tra riscattare i contributi versati, parecchie diecine di milioni di lire, oppure di versare volontariamente i contributi per i mesi mancanti al raggiungimento delle 60 mensilità, il livello minimo per raggiungere la quota che dà diritto al vitalizio; anche in questo caso si e’ trattato di molte diecine di milioni di lire versati da me come, immagino, da altri ex parlamentari che non hanno ultimato il mandato.

Quindi aver fatto due anni e pochi mesi o cinque anni di mandato non cambia nulla per il vitalizio perché il versamento totale deve essere sempre di almeno sessanta mesi. La somma dei contributi del periodo della carica piu’ l’importo versato volontariamente ha portato alla costituzione di un fondo, di tipo assicurativo, che, quindici anni dopo ha permesso l’erogazione del vitalizio; ritengo che il fondo versato, inoltre, si sia rivalutato in modo importante per effetto del meccanismo degli interessi composti in tutti questi anni e non ritengo di avere fatto niente di disonesto, se non avere avuto la opportunita’ di accedere ad un fondo molto ben gestito che garantisce il massimo ritorno possibile ai suoi assicurati e, sinceramente, non so se e quale parte del fondo sia a carico del parlamento e quanto invece il vitalizio attinga alle disponibilita’ create dal monte contributi versati.
Vorrei anche precisarle che, in parlamento come in ogni altra attività della mia vita, ho cercato sempre di ispirami a principi di serietà ed onestà e non credo possano essere rimproverati anche a me comportamenti poco onesti come si legge nelle diecine di messaggi che l’articolo ha suscitato e che, indiscriminatamente, accusano tutti delle peggiori nefandezze.
Forse anche lei potrebbe mettere qualche puntino sulle "i"
Se lo riterrà opportuno le potrò  fornire dati piu’ dettagliati.

Nell’occasione gradisca comunque i miei saluti più cordiali

Luigi Zocchi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.