Action Plan e ILMA Plastica: azione!

La ILMA Plastica, azienda di 80 anni di storia, è cresciuta e si è consolidata grazie all’alternarsi di intuizioni e di “scommesse” commerciali che hanno permesso di raggiungere grandi successi

Action Plan e ILMA Plastica

La ILMA Plastica, azienda di 80 anni di storia, è cresciuta e si è consolidata grazie all’alternarsi di intuizioni e di “scommesse” commerciali che, aggiunte al coraggio di chi ha guidato l’azienda, hanno permesso di raggiungere grandi successi.
Fondata a Voltorre nel lontano 1938 e, negli anni, la vasta esperienza accumulata e l’utilizzo delle più recenti tecnologie la rendono il partner ideale per la progettazione e la costruzioni di stampi a iniezione oltre che per lo stampaggio ed il servizio prove stampo. Abbiamo Incontrato la Dott.ssa Alessandra Caraffini, responsabile delle Risorse Umane in ILMA plastica.

Galleria fotografica

Action Plan e ILMA Plastica 4 di 4

L’azienda ha avuto inizio in un piccolo garage e nel corso degli anni è arrivata a raggiungere una superficie di 75.000 mq., comprensiva di un’area di progettazione, un’officina meccanica per la realizzazione degli stampi e un’area dedicata allo stampaggio. Quanti reparti e quanti dipendenti avete oggi? Quali sono i vostri principali clienti e quale il contesto produttivo territoriale in cui operate?

ILMA ad oggi conta circa 195 dipendenti tra somministrati e non. L’Azienda è strutturata in tre grandi aree: un ufficio tecnico per la parte della progettazione degli stampi, l’officina per la realizzazione e la costruzione degli stampi e la stamperia per quanto riguarda la fase dello stampaggio. Il contesto produttivo in cui operiamo è principalmente il settore Automotive e tra i nostri principali clienti diretti abbiamo BMW, Ford, Volkswagen, Toyota e Lamborghini, mentre tra i clienti indiretti Mercedes, Audi, Porche e Maserati.

La direzione aziendale che tipo di sviluppi sta apportando alla produzione? In quali scenari volete impattare e quali le opportunità che state coltivando?

ILMA investe da sempre nel miglioramento e nelle nuove tecnologie. Nel 2017 abbiamo inserito una nuova fresa nella parte dell’officina, una nuova pressa in stamperia e “Silo 2”, il nuovo magazzino verticale automatizzato. Tutti i nostri macchinari ed attrezzature rientrano in quella che viene definita tecnologia Industry 4.0. La nostra attenzione alla tecnologia, però, è affiancata alla consapevolezza che solo persone concrete, grazie alla loro professionalità e al loro impegno, danno un valore aggiunto ad un’azienda che investe anche sotto il profilo umano, credendo nelle potenzialità di ognuno dei propri collaboratori.

Sulla scia delle nuove innovazioni tecnologiche nelle quali l’azienda investe ogni anno, avete deciso di adottare un nuovo sistema informatico: Action Plan, un innovativo strumento tecnologico, intuitivo e di facile utilizzo. Action Plan è uno scadenziario su cloud che permette di gestire tutte le scadenze tecniche e tutti quegli obblighi imposti da normativa che ogni azienda deve rispettare entro una certa data o con una certa periodicità. Oramai è quasi un anno che lo usate, come è cambiata la gestione del lavoro dei reparti e delle richieste di intervento?

Action Plan offre tanti vantaggi tra cui la possibilità di gestire le scadenze direttamente sul campo attraverso QR code, attivare notifiche via mail in prossimità delle principali scadenze, impostare un monitoraggio giornaliero, mensile e annuale con report dettagliati e una gestione multimediale dei contenuti. Abbiamo censito 192 macchinari/attrezzature, 37 impianti, 19 automezzi e 335 strumenti.
Action Plan gestisce appunto diverse tipologie di scadenze, relative a impianti e apparecchiature (impianti di sollevamento, apparecchi in pressione, impianti elettrici, termici, antincendio); macchine e attrezzature varie (macchine produttive, frese, torni, troncatrici, presse, stampi, utensili); strumenti di misura (calibri, dime, comparatori, termometri, bilance, micrometri, macchine 3D) e automezzi. È un ottimo strumento per monitorare e tenere in ordine l’attività. Il lavoro è decisamente più snello, condiviso con tutti e alla luce di tutti i gestori ed esecutori dell’account. Tutti sono partecipi alle attività e se qualcuno è assente si possono segnalare tempestivamente anomalie o richieste di manutenzione.

Siete riusciti a formare 10 persone che a loro volta hanno formato altro personale suddiviso in 5 gruppi: manutenzione officina, manutenzione stamperia, automezzi, manutenzione stampi, strumenti di misura. Come facevate prima a monitorare gli interventi di manutenzione?

Precedentemente le richieste di intervento venivano gestite tramite moduli cartacei appositi che permettevano il passaggio di dati tra i vari responsabili di reparto e i responsabili della manutenzione. Gli scadenziari venivano gestiti con moduli creati in Excel ed inoltrati tramite posta elettronica. Attualmente, invece veniamo regolarmente avvisati circa gli interventi imposti da normativa. Da quando abbiamo Action plan abbiamo evaso e chiuso più di 250 richieste di intervento, teniamo lo storico di tutto e ogni macchina, grazie al QR Code generato e applicato, viene monitorata costantemente anche dai nostri collaboratori.

Rispetto al contesto territoriale in cui operate, fatto di aziende di medio grande dimensioni, quale pensate sia l’impatto di uno strumento come Action Plan sull’attività quotidiana e sulla competitività aziendale? Consigliereste lo strumento ad altre aziende?

Lo Strumento Action Plan è utilissimo a nostro avviso per ogni tipo di azienda, a maggior ragione per una realtà come la nostra. La nostra produzione e gestione del tempo, infatti, è migliorata tantissimo, in quanto Action Plan è uno strumento con una grandissima logica di condivisione. Se alimentato bene, inserendo tutti i dati di ogni macchinario, attrezzatura, impianto può veramente rivoluzionare il modo di lavorare e da ottime risposte in materia di produttività. Internamente, infatti, utilizziamo già un sistema gestionale integrativo (SAP) che oggi, proprio grazie ad Action Plan, viene integrato e completato, per quello che riguarda la parte della manutenzione, portandoci così ad una completezza informatica interna. Alla domanda se consigliamo questo strumento, la nostra risposta è “assolutamente sì”.

Lo staff di Struqture vi invita a visitare il sito www.actionplan.it, chiamare lo 0332 231735 o scrivere a info@actionplan.it, anche per fissare un incontro gratuito presso la vostra sede per avere una dimostrazione del programma e di tutte le sue funzionalità. Ricordiamo inoltre che a partire dal 13 novembre sarà possibile presentare il piano formativo nel nuovo avviso innovazione di Fondimpresa Avviso 5/2017. Maggiori info su www.struqture.it

di
Pubblicato il 09 novembre 2017

Galleria fotografica

Action Plan e ILMA Plastica 4 di 4