Internet delle cose

11 gennaio 2017

Tutti quei dispositivi, diversi dai computer, che sono connessi a Internet e che sono in grado di scambiarsi dati con altri oggetti connessi rientrano nell’Iot (Internet of Things), ovvero Internet delle cose. Detto così potrebbe anche spaventare, ma senza troppa fantasia ormai si sa con certezza che l’IoT può servire a tutto e tutti: segnalatori per le localizzazioni, sensori che controllano l’illuminazione o il fabbisogno d’acqua delle piante, dispositivi per il controllo in remoto dei parametri biologici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.