La protesta dei patronati contro i tagli del Governo

4 dicembre 2015

I patronati Inca Cgil, Inas Cisl, Acli, Ital Uil hanno protestato davanti all’Inps di Varese contro i tagli  previsti dal Governo Renzi nella Legge di stabilità 2016. Un provvedimento che mina alla base numerosi servizi, attualmente gratuiti, erogati ai cittadini. Nel 2014 il fondo patronati ammontava a 430 milioni di euro, nel 2015 c’è stata la prima sforbiciata di 35 milioni di euro a cui si aggiungono i 28 milioni del 2016. Se quest’ultimo taglio sarà confermato il fondo scenderà a quota 367 milioni.

A rimetterci saranno soprattutto i cittadini che usufruiscono dei tanti servizi erogati dai patronati. Ecco alcuni esempi: pratiche pensionistiche dei dipendenti privati, della pubblica amministrazione, degli autonomi, pratiche pensionistiche in regime internazionale, previdenza complementare, pratiche relative a infortuni, malattie professionali e causa di servizio, sanità e malattia, maternità e paternità, prestazioni assistenziali, handicap e disabilità, ammortizzatori sociali, trattamenti di famiglia, rinnovo dei permessi di soggiorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.