Nel deposito delle scorie radioattive

Si chiama Area 40 e ospita fin dal 2013 il deposito temporaneo (Interim storage facility- Isf) dove saranno stoccate le scorie radioattive prodotte in quasi 60 anni dal centro di ricerca europeo di Ispra, in attesa di essere trasferite nel deposito nazionale, non ancora costruito, destinato ad ospitare tutti i rifiuti radioattivi italiani. L’Isf, hanno spiegato gli esperti dell’unità di disattivazione nucleare, ospiterà i fusti con le scorie radioattive prodotte  al Jrc di Ispra in 60 anni di attività. Si tratta di rifiuti di bassa e media attività che in base alla legge italiana vengono classificati come categoria intermedia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.