RoboThespian, l’umanoide 4.0 alla LIUC

24 ottobre 2017

Muove testa, braccia e mani e interagisce con le persone, tanto che è stato il primo robot protagonista di un’opera teatrale: l’umanoide RoboThespian di Festo è stato protagonista della giornata di apertura della sesta edizione del Master Universitario di secondo livello in Meccatronica & Management della LIUC Business School. Un robot che incarna perfettamente il potenziale dell’industria 4.0, caratterizzato da un telaio di lega di alluminio, con la scocca a copertura del torace in materiale plastico e dotato di una trentina di assi di movimento.

Il controllo avviene tramite un computer integrato e il robot interagisce tramite un touchscreen. Esempio perfetto dell’interazione tra uomo e macchina, RoboThespian (realizzato con tecnologia Festo) incarna perfettamente il potenziale dell’industry 4.0.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.